Article image
2 min

- di Daniele Bettini

Considerazioni sparse post Gran Premio di Losail


La Pasqua del Diablo, è suo il GP di Doha. Illusione per le Pramac di Zarco e Martin.


- La forza della Yamaha, due su due. Eh si, dopo questo doppio GP del Qatar, Vinales e Quartararo dovrebbero dedicare alla moto una strofa della celebre canzone dei Gemelli Diversi, “grazie Yamaha, ne hai fatti 2 su 2”. Questa moto va, cambiano gli interpreti ma non la posizione finale tra un GP e l’altro. C’è senza dubbio il talento dei piloti dietro i primi due trionfi del team giapponese, ma questa moto va forte, anzi fortissimo e ha dimostrato la sua potenza in una pista che raramente ha visto trionfare la livrea dal colore blu;

- Amaro in bocca Ducati, conferma Pramac. Non possiamo dire che la Ducati esca da questo doppio GP - soprattutto quello di oggi - con soddisfazione. Le qualifiche di ieri avevano fatto venire l’acquolina in bocca a tutti i Ducatisti, ma il sesto e il nono posto finale ottenuto dai due piloti del team di Borgo Panigale lasciano l’amaro in bocca al team, che sperava di vedere risultati migliori in una pista solitamente “amica” delle rosse. Bene invece il team satellite Pramac che conclude con entrambi i piloti a podio. Prospetto Martin, il ragazzo classe 98 ha fame e lo ha già dimostrato oggi tenendo la leadership della gara per 17 giri su 22;

- Franco e Valentino, alla ricerca di voi. Dispiace dirlo, ma anche oggi la gara delle Petronas guidate da Morbidelli e da Rossi ha deluso le aspettative degli appassionati. La moto non graffia, sicuramente è da perfezionare ma i piloti sono di prima fascia e non possono essere soddisfatti. C’è da lavorare, c’è tempo, ma servono già risposte dal prossimo GP di Portimao;

- Sportellate senza vincitore tra M&M. Miller e Mir hanno dato atto a un avvincente duello rustico tra sportellate aggressive e gesti più puliti. Settimo posto per il campione del mondo in carica, nono per il neo-ducatista che devono fare di più. C’è talento in questi due piloti ma i tifosi hanno, giustamente, aspettative più alte. Come dicevano Morandi Tozzi e Ruggeri, “si può dare di più”;

- Briciole per gli altri. Aprilia e KTM per ora non ruggiscono, vedremo se l’aria europea darà nuova linfa per gli altri piloti rispetto al vento caldo degli Emirati. Break di due settimane, ci rivediamo in Portogallo!

ULTIME CONSIDERAZIONI SPARSE

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu