Interventi a gamba tesa

Guida ai migliori eventi sportivi del weekend


Mini guida con tanto di voto in stelline, agli eventi sportivi del weekend che non dovreste perdere.


Ciclismo, Giro delle Fiandre, Domenica 4 aprile, Eurosport e RaiSport

Una delle monumento più attese ed incerte degli ultimi anni è senza dubbio il Giro delle Fiandre. L’edizione di quest’anno promette scintille: un percorso ancora non del tutto rivelato (decisione degli organizzatori, al fine di evitare assembramenti sulle strade), anche se certa la presenza di ben 19 cote tra le più dure e celebri, come il vecchio Kwaremont (2,2 Km, media 4%, pendenza Max 11,6%, 1,5 Km di questi in pavè), il Paterberg (0,36 Km, media 13%, pendenza Max 20% e tutti in pavè) o il Koppenberg (0,6 Km, media 11,4%, pendenza Max 22%, 0,6 Km in pavè).

La lista dei favoriti è ampia: continua il duello tra Van der Poel (vincitore dell’edizione 2020) e Wout Van Aert (vincitore della Gand-Wevelgem pochi giorni fà), così come da tenere d’occhio è il campione del mondo Alaphilippe. Le possibili sorprese sono tante, a cominciare dal redivivo Peter Sagan, il vincitore della Milano-Sanremo Stuyven, i nostri Bettiol, Ballerini e Trentin, così come il giovanissimo della Ineos Pidcock.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐⭐ (5/5)

Moto Gp, Gran Premio di Losail, Qatar. Domenica 4 aprile, ore 19:00, Sky Sport Moto Gp

Il primo weekend del motomondiale è già stato consegnato agli almanacchi sportivi e ad alcune delle domande che ci eravamo posti possiamo già offrirne alcune delucidazioni. Alla vigilia del primo spegnimento dei semafori l’annunciato duello Ducati – Yamaha sembrava avere le maggiori aspettative e così si è confermato: per tutta la durata del weekend, Viñales, Quartararo, Miller e Bagnaia hanno dato prova del loro potenziale per questa stagione. Valentino Rossi, invece, sa di poter dire la sua e ritagliarsi ancora importanti soddisfazioni, ma nonostante l’importante 4° posto ottenuto in qualifica la Yamaha Petronas non è riuscita a capitalizzarne l’investimento, costringendo i propri piloti ad una performance opaca.

In calendario la seconda gara viene prevista sempre sul circuito di Losail. È giusto attendersi un sostanziale allineamento con quello che si è osservato lo scorso 28 marzo. Faranno la differenza la cura del dettaglio ed i miglioramenti che le scuderie saranno in grado di impartire sulla metrica delle rispettive moto, in base agli insegnamenti che ha apportato il primo round. Particolare attenzione alla voglia di riscatto dei ducatisti, del team Petronas e del duo spagnolo Rins – Mir, che molto spesso anche senza una qualifica di primissimo livello riescono la domenica ad estrarre il coniglio dal cilindro: sanno come poterlo fare.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐⭐ (5/5)

Basket, Los Angeles Clippers – Los Angeles Lakers, Domenica 4 aprile, ore 21:30, Sky Sport

Lakers o Clippers, quale franchigia sarà in grado di emergere come dominatrice del Far West, contrastando lo strapotere (sinora più mediatico) dei Brooklyn Nets?

La domenica di Pasqua serve un piatto prelibato con quella che potrebbe essere potenzialmente la finale della Western Conference degli NBA playoff. Rimanendo, però, ancorati al match che andrà in scena nella serata di domenica può dirsi ufficialmente che sul parquet non vedremo i due uomini giallo-viola più rappresentativi, Lebron e Davis. Negli ultimi 7 incontri, ovvero da quando il Re ha posato momentaneamente lo scettro a causa di un infortunio subito alla caviglia, il record dei campioni NBA uscenti è di 2 vittorie e 5 sconfitte. D’altro canto i Clippers, sullo stesso frangente temporale, vantano un record di opposta tendenza composto da ben 6 vittorie ed una sola sconfitta; l’occasione per Leonard e compagni di solidificare la propria posizione nel ranking ad Ovest si presenta, perciò, ghiotta.

Detto ciò, non mancheranno storie che vedranno il passato di alcuni giocatori intrecciarsi con il proprio presente, rendendo la sfida ancora più avvincente. Con una trade Rajon Rondo tornerà a calpestare i gradini dello Staples Center, questa volta da ex, sponda Clippers; anche Montrezl Harrel avrà modo di dare sfogo a tutto il suo agonismo in un incontro che potrebbe vederlo banchettare sotto le plance. La “Hallway Series” avrà questo weekend un nuovo epilogo da aggiungere al suo rullino.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐✨ (4,5/5)

Calcio, Psg-Lille, Sabato 3 aprile ore 17:00, DAZN

Una partita che potrebbe valere una stagione. Psg e Lille si trovano, infatti, appaiate in vetta alla classifica del massimo campionato francese a quota 63. I parigini arrivano allo scontro diretto lanciati dalla trasferta corsara sul campo del Lione, attualmente terzo e staccato di tre punti dalle due primatiste. Una Ligue 1 ancora molto aperta a otto giornate dal termine, come ormai non si vedeva da tempo.

Un torneo cannibalizzato, nel passato recente, dall’enorme strapotere di Mbappè e compagni, apparsi però fragili in questa annata che concede, dunque, una chance alle rivali. Proprio l’ex stella del Monaco guiderà l’attacco degli uomini di Pochettino, con Di Maria e Icardi (in alternativa pronto Kean) a completare il reparto offensivo, ancora orfano di Neymar. Ospiti che arrivano al Parco dei Principi pronti a vendicare il sorprendente k.o. interno contro il Nimes. Il tecnico Galtier conferma il suo arrembante 4-2-3-1 e confida nella vena realizzativa del proprio centravanti Burak Yilmaz, decisamente in palla nelle recenti qualificazioni al Mondiale di Qatar 2022.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐ (4/5)

Calcio, Torino – Juventus, Sabato 3 aprile ore 18:00, DAZN

Dopo la pausa dedicata alle nazionali, la Serie A riparte con la consueta abbuffata del sabato pasquale. Nella 29a giornata spicca alle ore 18:00 il Derby della Mole, in cui entrambe le squadre inseguono punti preziosi per i rispettivi obiettivi.

Nonostante il recupero da giocare con la Lazio, la classifica non sorride al Torino, al quartultimo posto e reduce da 3 sconfitte nelle ultime 4 partite. Tra le fila casalinghe pesante assenza di Singo e probabile chance da titolare per Sanabria al fianco di Belotti.

Distante dal titolo, la Juventus si ritrova a questo punto della stagione in piena bagarre Champions e mister Pirlo (che non potrà contare sullo squalificato Buffon e su Bonucci e Demiral, positivi al Coronavirus) si affida alla formazione ideale con Chiesa e Kulusevski sulle corsie esterne e Morata – Ronaldo tandem offensivo.

202° confronto diretto: i bianconeri proveranno ad estendere il loro dominio cittadino, avendo vinto 9 degli ultimi 10 confronti; i granata, il cui ultimo successo risale al 2015 con Ventura in panchina, a respingere l’assalto dei cugini.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐ (4/5)

Nato a Rimini il 05/07/1996. Attualmente un laureando magistrale in Management presso l’Università degli Studi di Trento, ma finora di cose realmente gestite riporta la “mise en place” in alcuni ristoranti, la sistemazione dei lettini in spiaggia e la distribuzione di free drink durante i festeggiamenti della sua laurea triennale. Ex giocatore di calcio a livello dilettantistico che vuole saziare la sua insanabile fame di sport scrivendo. Sogna di vedere alzare questa benedetta Champions League alla Juventus, e perchè no, nello stesso anno di assistere ad una partita playoff all’American Airlines Center dei Mavericks gridando “Luka Doncic step back” condito con un “mamma butta la pasta del mitico Dan Peterson”.