Interventi a gamba tesa

Guida ai migliori eventi sportivi del weekend


Mini guida con tanto di voto in stelline, agli eventi sportivi del weekend che non dovreste perdere. 


Milano-Sanremo, Sabato 20 marzo, Eurosport e RaiSport

Lasciata alle spalle una scoppiettante edizione di Tirreno-Adriatico, vinta dal fuoriclasse sloveno Pogacar su Van Aert e Landa, per le stelle del circus è tempo di Milano-Sanremo, una delle Classiche Monumento più rinominate dell’intero panorama e storicamente più ambite da ogni corridore.

Partiamo dal chilometraggio, una delle variabili che contraddistingue la corsa con i suoi 299 km complessivi. Tutti rispettati i tradizionali punti di maggior risalto, con l’unica variazione riguardante il passaggio sul Monte Turchino, cancellato per una frana e sostituito dalla salita del Colle dI Giovo. Il ritmo si incendierà presumibilmente all’altezza dei Tre Capi (Mele, Cervo e Berta) quando mancheranno 50 km all’arrivo o sul celebre passaggio della Cipressa ai -20. Salita non durissima ma affrontata con 270 km sulle gambe e potenzialmente micidiale. Discorso che vale anche per l’ultima asperità di giornata, quel Poggio, da scollinare ai -5.5 km dall’arrivo tradizionale di Via Roma in quel di Sanremo.

Favoriti d’obbligo Wout Van Aert (vincitore nello scorso anno), il campione iridato Julianne Alaphilippe e Mathieu Van der Poel, protagonista di una splendida fuga da lontano nella tappa dei muri di Castelfidardo alla recente Tirreno-Adriatico. Meritano una menzione nel novero dei papabili i finisseur come Trentin, Kwiatkowski, Van Avermaet e Kragh Andersen. Attenzione anche a quei velocisti abili in salita come Matthews, Kristoff e il tre volte campione del mondo Peter Sagan, apparso però lontano dalla forma migliore. In caso di arrivo in volata occhi puntati sui vari Bennett, Démare o Ewan.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐⭐ (5/5)

Roma – Napoli, Domenica 21 Marzo, ore 20.45, Sky Sport

Il ritorno della primavera non può non coincidere con il “Derby del Sole” italiano. All’Olimpico va infatti in scena l’ennesimo snodo fondamentale per la lotta Champions. Roma e Napoli sono a quota 50 punti e provengono entrambe da buone prestazioni: i giallorossi in settimana hanno staccato il pass per i quarti di finale di Europa League, mentre i partenopei, corsari a Milano nel turno precedente, provano un’altra impresa esterna.

Con Veretout ancora ai box, Fonseca opta per Cristante in mediana con Pellegrini avanzato sulla trequarti a sostegno dell’unica punta che potrebbe essere nuovamente Dzeko. Nel Napoli va in campo la formazione ideale, la stessa vittoriosa col Milan, con la sola novità Mario Rui dal 1′ che sostituisce lo squalificato Di Lorenzo (con Hysaj dirottato sulla corsia destra).

Nel momento cruciale della stagione, nessuna delle due squadre può permettersi di steccare un appuntamento così importante: la sfida tra due delle compagini più in forma del nostro campionato promette scintille.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐✨ (4,5/5)

Olimpia Milano – Barcellona, Venerdì 19 marzo, ore 20:45, Eurosport

Al Forum d’Assago era da diverso tempo che non si vedevano giocare partite così importanti in campo internazionale. Il weekend milanese vedrà ospitare il Barcellona (21-8), i primi della classe in graduatoria e distanziati di soli 4 punti dall’Olimpia (19-10). Sull’onda dell’entusiasmo dell’ultima vittoria in Eurolega contro il CSKA Mosca la squadra allenata da coach Ettore Messina cercherà di dare slancio al finale di regular season, facendo leva sulle “mura amiche” (6 vittorie nelle ultime 7 partite giocate al Forum) per consolidare da un lato il proprio piazzamento nei playoff di maggio, dall’altro per ricucire il distacco in classifica dai catalani, provando a soffiar loro il primato nel ranking.

Datome & company stanno dando l’impressione di potersela giocare a viso aperto con chiunque, essendo ciò di buon auspicio sia per il match contro l’illustre assente di giornata Pau Gasol sia per le Final Four di Colonia.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐✨ (4,5/5)

Portland Trail Blazers – Dallas Mavericks, Sabato 20 marzo, ore 3:00, ESPN

Oh, Oh, Oh… Damian Lillard contro Luka Doncic. Già potrebbe esser sufficiente a farci sobbalzare dal letto nella notte a cavallo tra venerdì e sabato. Oltretutto, le squadre hanno i rispettivi giocatori “in the zone” nella top ten delle statistiche per punti segnati, rendendo nota una ragione per attendere con forti aspettative l’alzata della palla a due. Aldilà dei singoli, Portland e Dallas recentemente sono sempre state due franchigie abituate a lottare sino all’ultimo per accedere nella graduatoria delle migliori 8 che andranno ai playoff, e anche quest’anno la tendenza non sembra essere diversa.

Entrambi i roster sono, infatti, alla ricerca di un terzo “bad boy” che potrebbe sancirne il definitivo salto di qualità, consegnando così stabilmente le due squadre nell’olimpo del basket sino alle fasi conclusive della stagione. I presupposti per vedere una serie di “step back” e “circus shot” entrando nel “Dame time” sembrano esserci tutti. In virtù anche del buon momento di forma delle rispettive stelle, il consiglio spassionato è quello di non perdersi assolutamente questo scontro.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐ (4/5)

Lione – PSG, Domenica 21 Marzo, ore 21.00, DAZN 

Nel posticipo della 30a giornata della massima serie francese si affrontano Lione e Paris Saint Germain. Le due squadre sono appaiate al secondo posto e inseguono a tre lunghezze di distanza la capolista Lille, che proverà ad allungare sulle contendenti complice l’agevole impegno casalingo col Nîmes. I parigini hanno brillantemente raggiunto i quarti in Champions, tuttavia non sono riusciti finora a dimostrare la stessa incisività in campionato, dove sono reduci dalla rovinosa caduta contro il Nantes e in generale non hanno mai vinto con le prime forze del campionato durante questa stagione. Ancora indisponibile Neymar e possibile iniziale panchina per Di Maria; Pochettino si affida alla sua stella Mbappé a sostegno di Icardi.

Gli uomini di Rudi Garcia hanno invece da poco interrotto un filotto di 13 risultati utili consecutivi tra le mura amiche e puntano decisi al riscatto della scorsa annata, quando sono rimasti esclusi dalle competizioni europee.

I recenti precedenti e i bookmakers sorridono agli ospiti che però dovranno tornare ad esprimere tutto il loro (enorme) potenziale per avere la meglio sui rivali.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐ (4/5)


 

Nato a Rimini il 05/07/1996. Attualmente un laureando magistrale in Management presso l’Università degli Studi di Trento, ma finora di cose realmente gestite riporta la “mise en place” in alcuni ristoranti, la sistemazione dei lettini in spiaggia e la distribuzione di free drink durante i festeggiamenti della sua laurea triennale. Ex giocatore di calcio a livello dilettantistico che vuole saziare la sua insanabile fame di sport scrivendo. Sogna di vedere alzare questa benedetta Champions League alla Juventus, e perchè no, nello stesso anno di assistere ad una partita playoff all’American Airlines Center dei Mavericks gridando “Luka Doncic step back” condito con un “mamma butta la pasta del mitico Dan Peterson”.