bundesliga
, 8 Marzo 2021

Considerazioni sparse post 24a giornata di Bundesliga


In questo momento i due migliori numeri "nove" puri al mondo, giocano in Bundesliga.


- Abbiamo la fortuna di avere tante opinioni diverse e tanti punti di vista differenti. In questo momento è però molto ardito negare che Robert Lewandowski ed Erling Haaland siano i due migliori numeri ‘nove’ puri del mondo. A Madrid e Milano hanno altre discrete argomentazioni, ma ciò che riescono a dimostrare Lewandowski e Haaland ogni singola settimana li rende probabilmente al di sopra. Il polacco, ovviamente, tre-quattro spanne oltre il norvegese. Anche perché ha reso possibile l’impossibile: pareggiare o quantomeno avvicinare i 40 di Gerd Müller del 1972. Che altro dire più di così?;

- Comunque, il Klassiker ha offerto tanti spunti. Uno su tutti: Leon Goretzka ha giocato 90 minuti da professore del centrocampo e l’ha anche decisa con un goal che uno in grado di fare tutte le cose che ha fatto negli 88 minuti antecedenti non dovrebbe avere nelle proprie corde. Si fa seriamente fatica a trovare un centrocampista più completo di lui. Una volta si chiamavano ‘box-to-box’. In Germania alcuni li chiamano ‘achter’, ovvero ‘numero 8’. Il problema è che per Goretzka sembra essere una definizione limitante;

- C’è una corsa al titolo. Confermiamo. Perché l’impegno più difficile tra Bayern e Lipsia sembrava paradossalmente averlo la squadra di Nagelsmann sul campo di un ostico Friburgo. Prova superata brillantemente grazie anche ad Alexander Sørloth, che sembrava un oggetto misterioso e invece è stato decisivo per 6 degli ultimi 8 goal segnati dalla prima inseguitrice del Bayern Monaco tra campionato e Coppa di Germania. Risorsa;

- Quinta sconfitta consecutiva per il Gladbach, sesta nelle ultime 7 con in mezzo soltanto un pareggio. Dopo la sconfitta con il Colonia qualcosa si è rotto e sembra non riuscire a essere riparato. Eberl ha confessato che Rose ha annunciato alla squadra e a lui la decisione di lasciare per andare al Dortmund proprio prima della partita col Colonia. Impossibile non collegare le due cose;

- Lo Schalke ha iniziato una nuova avventura con un nuovo allenatore e per quanto sembri paradossale ora pare esserci almeno un’idea, una prospettiva. Si va con Grammozis, si va coi giovani, poi come va va. Ormai la retrocessione sembra inevitabile, lo sappiamo, ma racimolare qualche buona prestazione può essere decisivo per arrivare bene alla stagione di Zweite e ripartire con fiducia. Evitando il modello Amburgo, che peraltro sta rischiando un’altra frittata. Ma questa è un’alta storia.


  • La casa italiana del calcio tedesco, sito di riferimento in Italia per tutti gli appassionati di Fußball.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Associati

Banner associazioni

Newsletter

Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu