Interventi a gamba tesa

Per voi e per noi: Sportellate 2.0


Con lo stile e la passione che da sempre ci caratterizza, Sportellate si prepara ad un 2021 ricco di novità.


Nel lontano 2013 un gruppo di ragazzi appassionati di sport e con la voglia di ritagliarsi uno spazio virtuale libero, dove poter discutere di ogni cosa in maniera oggettiva e competente: così, tra una birra e l’altra è nato “Sportellate”.

Tante cose sono cambiate da allora. Abbiamo trovato tanti nuovi collaboratori, riuscendo nel nostro intento di creare una redazione coesa, matura e variegata, capace di offrire a voi lettori articoli di ogni genere.

Ed è proprio per questo che abbiamo deciso di ampliare il più possibile la nostra offerta.

Con l’arrivo del 2021 lanciamo ufficialmente:

  • il canale Telegram di Sportellate, dove troverete tutti gli articoli che verranno pubblicati, nonché le nostre riflessioni su tutto ciò che riguarda lo sport. Un modo rapido ed intuitivo per non perdervi le nostre pubblicazioni, cosa che l’algoritmo di Facebook al momento tende un pò troppo a nascondervi. Per accedervi basterà cliccare qui.
  • Da qualche settimana – questa ormai la sapete – abbiamo lanciato anche la nostra newsletter: “Catenaccio”. Ogni sabato mattina potete riceverla gratuitamente e comodamente nella vostra casella e-mail. Al suo interno troverete nostri approfondimenti sul mondo dello sport, consigli culturali, compilation di cose brutte, curiosità e la risposte alle vostre domande. Per registrarsi basta inserire qui la propria e-mail.
  • Come molti di voi sapranno, la sezione “Radio Sportellate” è ormai uno dei fiori all’occhiello della nostra redazione. Ai podcast già presenti in palinsesto (Fattore Campo, Dilly Dong, Golazo, Jump Cut, Bar Brera e 5′ + recupero) si affianca adesso Piano B, che racconterà tutto ciò che riguarda la serie cadetta.
  • Infine, stiamo superando vari problemi tecnici per lanciare il nostro progetto più ambizioso: la Sportellate TV, che sbarcherà presto sul nostro canale Twitch. Di questo ve ne parleremo bene più avanti.

Potrà sembrare un po’ banale, ma vogliamo cogliere quest’occasione anche per ringraziarvi: se dopo tanti anni siamo ancora qui a raccontarvi lo sport dal nostro punto di vista è solo grazie a voi.

Siamo riusciti nel nostro intento di creare una piccola isola felice, dove lo sport ed il confronto civile sono sempre il punto di partenza. Ed il merito è anche vostro.
Ve ne siamo davvero grati.


 

Siciliano Doc classe '92, laureato in comunicazione. Cresciuto a pane e sport, innamorato del Giro d'Italia e della pista di Spa, fruitore di ogni campionato di calcio, amante degli attaccanti alla Aduriz e di ogni sport in generale. Cresce coltivando il desiderio di diventare giornalista sportivo sognando di toccare l'erba di San Siro.