Logo Sportellate
, 24 Gennaio 2021

Considerazioni sparse post Lazio-Sassuolo (2-1)


Inzaghi vince la partita a scacchi con De Zerbi.


- The Voice, al secolo Frank Sinatra, nel suo celebre brano “That’s Life”, colonna sonora di “Joker” (film meraviglioso, nda) diceva: “That's life (That's life), that's what all the people say You're riding high in April, shot down in May But I know I'm gonna change that tune When I'm back on top, back on top in June”. Modificando alcuni mesi si avrà l’andamento della Lazio in questa stagione, compreso questo filetto di 4 risultati utili consecutivi;

- Sul campo si è assistito ad un confronto tra due allenatori che pareva più una raffinata partita a scacchi dove ogni pezzo veniva mosso secondo una logica ben precisa ed il “chess mate” l’ha dato alla fine Inzaghi, grazie ad il solito Immobile;

- Il Sassuolo ha fatto bene nei primi quindici minuti dei due tempi ma, al di là del gol di Ciccio Caputo, non ha mai impensierito seriamente Reina, di cui non si ricorda una parata;

- La Lazio, al contrario di quanto visto nel derby, ha pressato alto, asfissiando il palleggio nero-verde, ben fraseggiando davanti e trovando spesso la porta di Consigli. Quella biancoceleste è una vittoria meritata;

- Savic, con assente Luis Alberto, si carica sulle spalle la squadra, detta i tempi, segna e regala giocate di qualità. Immobile, ça va sans dire, è letale. Lato Sassuolo bene solamente Djuricic. La squadra è apparsa, francamente, appannata e stanca.

  • Impuro, bordellatore insaziabile, beffeggiatore, crapulone, lesto de lengua e di spada, facile al gozzoviglio. Fuggo la verità e inseguo il vizio. Ma anche difensore centrale.

Ti potrebbe interessare

La pelota siempre al Diez

L'addio di Luis Alberto alla Lazio, sul confine tra follia e lucidità.

7 cose che ci mancheranno del Sassuolo

La retrocessione del Sassuolo in Serie B è ormai matematica. Quali elementi hanno reso i neroverdi una squadra peculiare e (forse) irripetibile?

Il futuro di Kamada è ancora da scrivere

Il trequartista giapponese ha vissuto una stagione travagliata.

La Lazio del '74 che morì nella bellezza

Cinquant'anni fa una squadra scelse involontariamente l'immortalità.

Dallo stesso autore

La pelota siempre al Diez

L'addio di Luis Alberto alla Lazio, sul confine tra follia e lucidità.

La Lazio del '74 che morì nella bellezza

Cinquant'anni fa una squadra scelse involontariamente l'immortalità.

La Costa d'Avorio e la misticità della Coppa d'Africa

Il trionfo dei padroni di casa è arrivato senza un allenatore e sfiorando più volte la fine.
,

David Beckham, working class hero

La miniserie su uno dei calciatori inglesi più forti dell'era moderna rappresenta una bellissima sorpresa narrativa.
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu