Logo Sportellate
, 24 Gennaio 2021

Considerazioni sparse post Juventus-Bologna (2-0)


A Torino si sta instaurando una McKenniecrazia.


- La Juve sente l’odore del sangue delle milanesi e prova a darsi ancora una chanche per mettere le mani sul Decimo. Prestazione ottima contro un buon Bologna; nel complesso una delle migliori partite stagionali dei bianconeri;

- È stato un match divertente, favorito dal solito atteggiamento sbarazzino degli emiliani, squadra sempre piena di idee nelle trequarti avversaria ma esposta a praterie e infinite corse all’indietro quando perde palla. La Juve segna due gol e non arrotonda il tabellino principalmente grazie alla giornata magica di Skorupski. Almeno tre parate micidiali;

- Pirlo decide di dare continuità al sistema tattico visto in Supercoppa e ripropone un solido 4-4-2 con Kulusevski preferito ancora a Morata e Chiellini sacerdote dell’area di rigore. La squadra risponde bene e in particolare arrivano risposte positive dal duo di centrocampo Bentancur-Arthur. Il brasiliano per due partite consecutive finalmente mostra qualcosa in più del semplice passaggino in orizzontale. Personalità, sapiente gestione del pallone, rapidità di esecuzione, anche un gol (fortunoso). Puó diventare la chiave del girone di ritorno juventino;

- Il Bologna gioca da Bologna con tutti i suoi pregi e tutti i suoi difetti. Qualche occasione è arrivata ma il senso di fragilità che trasmette questa squadra è a tratti inquietante. Oggi, nonostante qualche buon momento di calcio, il 2-0 è un risultato generoso per gli emiliani. Siamo sinceri: secondo noi con questa rosa molti allenatori in circolazione saprebbero fare meglio di Mihajilovic;

- A inizio stagione scherzavamo sul Cristiano Ronaldo Football Club. Adesso la squadra è salita ma inizia a mancare troppo spesso proprio lui. Dopo tanti mesi Pirlo deve adesso peró riuscire a dare continuità tattica a questo gruppo, che troppe volte in stagione è sembrato muoversi più sulle intuizioni del momento che su una vera progettualità. Alla lunga questa episodicità non puó pagare. Un punto fisso dovrebbe peró averlo trovato. L’asse riccioluto sulla fascia destra McKennie-Cuadrado funziona che è una meraviglia. L’americano in particolare sembra giocare con una calamita in tasca. Dove c’è la palla, c’è lui. Grandissimo colpo di mercato.

  • È nato pochi giorni dopo l’ultima Champions League vinta dalla Juventus. Ama gli sportivi fragili, gli 1-0 e i trequartisti con i calzettini abbassati. Sembra sia laureato in Giurisprudenza.

Ti potrebbe interessare

Khéphren Thuram non è solo un figlio d'arte

Khéphren Thuram non sarà soltanto il sostituto di Rabiot nella Juventus di Thiago Motta

Con Alisha Lehmann non si parla mai di calcio

Douglas Luiz è il suo fidanzato, ma a tutti interessa il contrario.
,

Douglas Luiz è un salto in avanti per la Juventus

L'acquisto del centrocampista brasiliano è uno dei colpi più importanti del calciomercato italiano.

Tomáš Suslov, rapido ed elusivo

Il trequartista slovacco ha conquistato il Verona.

Dallo stesso autore

Gaucci, l'insaziabile

Un estratto dall'articolo su Gaucci che trovate nel nostro magazine.

Anatomia dell’Allegrata

E come imparare a riconoscerla.

Cinque giocatori con una stagione da salvare

In sole tre partite. Joaquin Correa Brother, where art thou? […]

Cinque cose da seguire nella Formula 1 2022

Pronti per il Gp di Arabia Saudita? 1- Le prove […]
1 2 3 8
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu