Logo Sportellate
, 13 Dicembre 2020

Considerazioni sparse post Atalanta-Fiorentina (3-0)


Finalmente l’Atalanta versione Champions, ma in campionato.


- Finalmente l’Atalanta. Finalmente l’Atalanta versione Champions, ma in campionato. Partita controllata e dominata in lungo e in largo, con classe, con calma, con voglia di portare a casa un risultato davvero importante per muovere la classifica e dimostrare di voler stare ancora in alto. Insieme alle big;

- Niente da fare per una Fiorentina che è arrivata a Bergamo per chiudersi in difesa, senza mai provare a portarsi in avanti con più di due o tre uomini, se non nei minuti finali. Un peccato vedere in panchina giocatori come Ribery, Castrovilli, Callejon. Quando sono entrati han fatto la differenza;

- Super positiva la prestazione di Pessina, ormai entrato nel gruppo dei sedici-diciassette titolari a disposizione di Gasperini. Non si fa notare troppo, ma il suo lavoro sporco è fondamentale per permettere di tenere un certo equilibrio nel gioco dell’Atalanta. Quell’equilibrio che troppo spesso è mancato;

- Zapata non segna, ma fa l’assist per il gol dell’1-0 di Gosens e lotta come un leone per tutti i novanta minuti. La sensazione è che sia lui l’attaccante davvero imprescindibile di questa Atalanta. Più di Ilicic. Più di Gomez;

- Chi anche oggi ci ha lasciati senza parole è Cristian Romero. Ma quanto è forte? Dopo Origi, Brobbey, Lukaku e tanti altri, oggi a farne le spese è stato Vlahovic. Solo un’occasione concessa all’attaccante della Fiorentina. L’Atalanta ha pescato un super difensore e ha solo ventidue anni. Anche per lui, il meglio deve ancora venire.

  • Racconto l’Atalanta su Bergamo TV e su L’Eco di Bergamo. Fanatico delle statistiche, amante del calcio e delle sue polemiche, senza mai prendersi troppo sul serio.

Ti potrebbe interessare

Éderson è dappertutto

Nel centrocampo dell'Atalanta di Gasperini e, ora, anche in quello della Seleção

La Fiorentina può battere l'Olympiacos?

Ecco cosa aspettarsi dalla seconda finale europea consecutiva dei viola.
,

L'ultimo ballo di Vincenzo Italiano

Cosa sono stati i tre anni della Fiorentina con Italiano in panchina?
,

La lezione che ci ha dato Gian Piero Gasperini

Il primo trofeo della sua carriera è coinciso con una lezione morale.

Dallo stesso autore

Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu