Logo Sportellate
, 11 Dicembre 2020

Considerazioni sparse post Sassuolo-Benevento (1-0)


Prendiamo quello che ha preso Consigli, grazie.


- De Zerbi subisce sempre più il lato oscuro della luna. Sono ormai un po’ di mesi che il Sassuolo sembra aver abbandonato velleità estetiche da premio della critica per provare a raggiungere qualcosa di più ambizioso. Il Sassuolo è diventato più brutto e forse per questo, più forte. Oggi tre punti di platino, in dieci e in emergenza;

- Sia chiaro, oggi il Sassuolo è stato più fortunato che bravo. La fortuna peró ha un nome e cognome. Andrea Consigli ha letteralmente mangiato la partita. Almeno tre parate da far girare la testa. Una delle migliori prestazioni individuali di un portiere in Serie A negli ultimi tempi;

- Il Benevento avrebbe meritato il pari. Il secondo tempo è stato un attacco contro difesa; se anche solo due mesi vi avessero detto che il Benevento veniva a prendere a pallate il Sassuolo non ci avreste mai creduto. La squadra di Inzaghi ha le idee chiare e tanta personalità. Abbastanza per sopperire a qualità tecniche non proprio all’altezza della categoria;

- La poca qualità tecnica si è vista soprattutto nella trequarti del Sassuolo dove il Benevento si presentava continuamente carico di entusiasmo ma totalmente sprovvisto di idee e lucidità. Caprari e Lapdula sono giocatori pieni di voglia di fare ma forse troppo confusionari per giocare insieme. I dieci minuti di Iago Falque hanno dimostrato che lo spagnolo ha una tecnica di un gradino superiore alla media della rosa. Giocherà lui;

- Senza Caputo e Defrel (e con Djuricic e Boga al momento decisamente spenti), il Sassuolo tira avanti la barca, grazie anche all’abnegazione di un Berardi diligente come non mai e ormai purificato dai suoi peccati, pronto per diventare un top player. La classifica dice oggi che i neroverdi sono secondi. Per noi un posto in Europa è molto difficile a fine campionato, ma siamo pronti ad essere smentiti;

  • È nato pochi giorni dopo l’ultima Champions League vinta dalla Juventus. Ama gli sportivi fragili, gli 1-0 e i trequartisti con i calzettini abbassati. Sembra sia laureato in Giurisprudenza.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Gaucci, l'insaziabile

Un estratto dall'articolo su Gaucci che trovate nel nostro magazine.

Anatomia dell’Allegrata

E come imparare a riconoscerla.

Cinque giocatori con una stagione da salvare

In sole tre partite. Joaquin Correa Brother, where art thou? […]

Cinque cose da seguire nella Formula 1 2022

Pronti per il Gp di Arabia Saudita? 1- Le prove […]
1 2 3 8
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu