Interventi a gamba tesa

La regina degli scacchi – Pillole di Jump Cut


Cosa c’è dietro la serie di cui tutti, ma proprio tutti, parlano? L’abbiamo chiesto al nostro podcast Jump Cut e ne è venuta fuori una recensione veloce da ascoltare tutta d’un fiato.


Rilasciata da Netflix il 23 ottobre del 2020 la serie tv “La regina degli scacchi” (“The Queen’s gambit” nella sua versione in lingua originale), è diventata quasi subito una delle serie più apprezzate dell’anno, superando anche un prodotto attesissimo come “Suburra” al numero 1 dei più visti in Italia.

Ma cosa c’è dietro il successo della serie che narra le vicende di Beth Harmon? Lo abbiamo chiesto ai nostri amici di Jump Cut, il podcast del network Radio Sportellate che unisce i mondi di cinema, serie tv e sport, e che per questo motivo ci è sembrato il migliore interlocutore a cui rivolgerci per avere delle risposte.

Jump Cut ne ha confezionato una recensione veloce, poco più di 10 minuti di audio, in cui attraverso 5 domande e 5 risposte analizza punti di forza e di debolezza (sì, qualcuno ce l’ha) della totalità della serie.

Ecco il risultato finale. Buon ascolto!

La redazione di Sportellate.it nasce in un attico riminese nell'estate del 2012. Oggi è la voce di una trentina di ragazzacci da tutta Italia. Non ama prendersi troppo sul serio.