Interventi a gamba tesa

Considerazioni sparse post 2a giornata Euro Sportellate Cup

alario

La seconda giornata della Euro Sportellate Cup, l’euro fantacalcio della redazione, regala le prime polemiche. E cosa succederà con il primo mercato alle porte? Per essere sempre aggiornati sui risultati e seguire tutti gli aggiornamenti sulla competizione, iscriversi al canale @Eurosportellatecup su Telegram al seguente link: https://t.me/EuroSportellateCup.


Due squadre a punteggio pieno: il Belfiga FC, che strapazza a domicilio i Los Ingobernables guidati da un Alario mai così in forma, ed insieme a loro i Cugini di Zampagna che nonostante la prova opaca di CR7, ne fa 4 alla malcapitata Universidad de Pato: la sfida per il titolo passerà sicuramente da loro;

– La Cupola arranca: il megadirettore di Sportellate nonché pupillo di Moggi, vossignoria Lari, si salva in pieno recupero contro la Real Big. L’Euro DPCM spreca un rigore in pieno recupero ma strappa un punto alla Luciano Spalletti di Andrea Giachi. L’unica gioia per la cricca arriva dal 3-0 de La nonna saggia in casa dei Bastardi Senza Gloria;

– Benvenuti ai Galacticos fake: dopo il 3-0 a tavolino patito nella prima giornata a causa del blocco imposto dalla Cupola, la banda di mister Briolini parte con un 3-1 extralusso ai danni della Divano Kiev, guidati da un Joao Felix mai così decisivo. La prossima giornata ci dirà molto sulle loro ambizioni;

– Scricchiolano le prime panchine: i Los Ingobernables, nonostante l’arrivo in panchina di Brock Lesnar al fianco di Stefano Summa, ne prendono 3 a domicilio; con loro fermi a zero punti ci sono i Poggisbronzi di mister Ninni – ormai sempre più astemio e distaccato dal progetto – e i Bastardi senza gloria di mister Orio.

– Pausa nazionali, ma non si ferma nulla. Si apre infatti la prima finestra di scambi di questa prima edizione della Euro Sportellate Cup. E i nomi caldi, caldissimi, sono davvero tanti: da un Immobile ormai fuori dai piani della Euro DPCM, a Lewandowski che non ha mai nascosto le sue remore alla Real Big. E nel frattempo, la Cupola annuncia una misteriosa conferenza stampa…


 

Siciliano Doc classe '92, laureato in comunicazione. Cresciuto a pane e sport, innamorato del Giro d'Italia e della pista di Spa, fruitore di ogni campionato di calcio, amante degli attaccanti alla Aduriz e di ogni sport in generale. Cresce coltivando il desiderio di diventare giornalista sportivo sognando di toccare l'erba di San Siro.