Interventi a gamba tesa

Considerazioni sparse post 7a giornata di Bundesliga


Il gol di Lazaro, l’infortunio di Kimmich e tanto, tanto altro.


– E chi l’avrebbe mai detto che, alla seconda pausa nazionali, nelle prime cinque posizioni della classifica ci sarebbe stato anche l’Union Berlino. Merito di Max Kruse, che è tornato in Bundesliga e ci è mancato tantissimo. Sta colmando quel vuoto con tre goal e cinque assist nelle ultime cinque. Merito di Urs Fischer e della sua organizzazione difensiva. Secondo miglior attacco, quarta miglior difesa. Non durerà in eterno e a Köpenick lo sanno. Intanto però si godono il momento. E contano i punti di vantaggio sulla zona retrocessione: già nove;

Il goal di Lazaro ha spaccato letteralmente l’internet: tutti lo hanno visto, tutti ne hanno parlato, alcuni si sono sorpresi, altri no. Credeteci: chi si stupisce non ha capito che giocatore sia Valentino Lazaro, quali siano le sue doti e lo giudica sulla base di 500 minuti circa in cui un giocatore tecnico ed estroso si è messo a fare un lavoro totalmente fuori dalle sue caratteristiche, inseguendo terzini;

– A proposito di Bayer Leverkusen contro Borussia Mönchengladbach, vogliamo citare Peter Bosz, tecnico del Bayer: “Chiunque ami il calcio dovrebbe vedere questa partita, perché è stato il calcio al suo stato più puro”. Giriamo a tutti il consiglio. Effettivamente è stato così. E allarghiamo il discorso anche a Borussia Dortmund contro Bayern Monaco;

– Già. C’è stato anche il Klassiker. Ne abbiamo ampiamente parlato sabato sera. La conseguenza principale però non è il risultato, ma l’infortunio di Kimmich, che starà fuori fino a gennaio dopo esser stato operato al menisco. Si è infortunato provando a fare fallo su Haaland. In questo momento probabilmente Flick sta ringraziando il cielo e la sorte che Javi Martinez sia rimasto in Baviera ancora per un anno;

– Con l’aggiunta di Mattéo Guendouzi, l’Hertha Berlino potrebbe aver trovato finalmente quell’elemento in grado di dare ordine ed equilibrio a una squadra abbastanza sconclusionata nelle prime uscite. Un giocatore in grado di colmare il vuoto lasciato da Skjelbred, per caratteristiche in impostazione. Lo 0-3 ad Augsburg potrebbe essere il primo punto di una grande corsa per arrivare fino all’Europa. Soprattutto se Piatek – che ha ritrovato il goal e l’assist – dovesse finalmente trovare costanza.


 

La casa italiana del calcio tedesco, sito di riferimento in Italia per tutti gli appassionati di Fußball.