Article image
,
3 min

- di Mattia Polver

Considerazioni sparse post 10° turno di Ligue 1


Prima mini-fuga del PSG, trascinato da Di Maria.


- Il Monaco consuma la sua vendetta battendo il Nizza nel derby della Costa Azzurra. Uno schiaffo alle statistiche (i monegaschi non avevano ancora vinto all’Allianz Riviera) e alla sfortuna, dal momento che l’ultimo scontro diretto era costato alla squadra dell’allora tecnico Jardim la qualificazione all’Europa League per mano, guarda un po’, degli Aiglons. La storia più bella di giornata arriva però dal derby del Rodano, dove il Lione abbatte ulteriormente il morale del Saint-Etienne. Protagonista indiscusso è Tino Kadewere, primo giocatore di sempre a segnare una doppietta da subentrato in un derby. L’Equipe parla di “sogno” ma i numeri dicono altro a proposito del nativo di Harare. Forse l’OL ci aveva visto giusto quando ha deciso di investire 15 milioni di euro per assicurarsi il giovane attaccante dello Zimbabwe;

- A chi spesso si chiede come mai la Ligue 1 sia considerato un campionato poco competitivo (con i conseguenti riflessi nelle competizioni europee) il mio personale consiglio è quello di (ri)guardarsi la sfida PSG-Rennes. Dopo aver dato un’occhiata alla formazione dei parigini, spostatevi a leggere il tabellino. La conclusione? I campioni fanno ancora la differenza. È bastato il solo, stratosferico Angel Di Maria a piegare la resistenza dei bretoni. E se il divario è così ampio tra detentori e inseguitori è difficile pensare che qualcosa possa cambiare, anche in una stagione così anomala;

- In netta controtendenza con la Serie A, il turno settimanale di calcio francese regala emozioni, con 35 reti segnate. Dato identico a quello del settimo turno. Sono tre gli spunti che vi voglio segnalare. Il primo riguarda Boulaye Dia, attaccante già comparso nelle nostre considerazioni. Con la doppietta siglata al Lens è diventato il capocannoniere del Reims nel nuovo millennio, per un totale di 18 gol in 50 presenze complessive. A proposito della sfida giocata al “Bollaert-Delelis”, gli otto gol segnati sono il record per singola partita nella stagione, pareggiato il 4-4 dello scorso anno tra Amiens e PSG. Infine, le cinque segnature dell’Angers a Nimes scrivono un altro primato offensivo per il campionato, se si escludono le frequenti goleade dei parigini;

- Chiudiamo ora con due piccoli excursus narrativi. Il primo non può che riguardare Yusuf Yazici, il mattatore del Milan nell’ultimo turno di Europa League. Il trequartista turco si sta prendendo la palma di “uomo delle triplette”, visto che dopo aver infilato un tris allo Sparta Praga si è ripetuto anche contro i rossoneri. Della serie “pochi gol ma quando servono”. Interessante il discorso tattico in merito. L’ex Trabzonspor rende molto bene senza una prima punta vera come Burak e in ogni caso sta stracciando letteralmente la concorrenza di Jonathan David. Per ora il profumo di plusvalenza aleggia unicamente sopra l’uomo con la coda;

- Ci perdonerete se per un attimo scendiamo di un gradino in Ligue 2, ma quanto visto merita almeno un piccolo accenno. Joffrey Cuffaut non vi dirà niente, tranquilli anche per il sottoscritto era un semisconosciuto. Un veterano del campionato, con oltre 250 presenze, e anche un assaggio di Ligue 1 con la maglia del Nancy nella stagione 16-17. Ebbene questo signore qui, di professione terzino destro, ha deciso di regalarsi una domenica da urlo segnando ben quattro reti nella vittoria del suo Valenciennes a Tolosa (4-5). Se avete già visto la magia di Valentino Lazaro, vi chiedo umilmente di dedicargli due minuti per rivedere questo irripetibile miracolo minors.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Milanese classe 1995, laureato in Marketing e Comunicazione sportiva presso l'Università IULM di Milano. Nei weekend sguazza nel torbido del calcio giovanile e del basket minors lombardo. Tifoso di talmente tante squadre che è difficile vederlo col broncio al lunedì mattina. I suoi idoli? Riccardo Cucchi e Jarno Trulli.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu