Interventi a gamba tesa

Considerazioni sparse post 1a giornata Euro Sportellate Cup


Nel weekend si è disputata la prima giornata della Euro Sportellate Cup, l’eurofantacalcio della redazione di Sportellate. Per essere sempre aggiornati sui risultati e seguire tutti gli aggiornamenti sulla competizione, iscriversi al canale @Eurosportellatecup su Telegram al seguente link: https://t.me/EuroSportellateCup.


– Non vi erano dubbi: al di là dei magheggi (che hanno fatto come prima vittima i Galacticos fake, fermati dall’ASL senza alcun motivo), il Galacticos Sportellate del direttore Lari è la squadra da battere. L’alchimia nata in un amen tra Messi ed Ibrahimovic ha portato l’allenatore a sentirsi meglio di Pep Guardiola, fustigando la redazione e marcando subito il territorio;

– Le altre non stanno a guardare. La Spalletti FC vince con un Muriel in forma strepitosa, L’Universidad de Pato strapazza gli alcolisti anonimi del Poggisbronzi, con fatica anche i cugini di Zampagna strappano i tre punti trascinati da CR7. Rimane solo la prima giornata, ma le premesse sono sempre più che avvincenti;

Situazioni bollenti: Pierluigi Ninni dopo le tre scoppole in casa rischia già il posto, la Real Big deve affrontare la grana Lewandowski, con il polacco rimasto in panchina e furioso con l’allenatore che gli ha preferito un Volland in stato di grazia e salvatore della patria nel 2-2 finale;

– La Cupola c’è e fin da subito fa sentire la sua pesante influenza: se il direttore vince e convince, i due galoppini Lorenzo Piscaglia e Andrea Ravasi si dividono la posta con un biscotto dal sapore amaro per ogni amante dello sport. Rigori così assurdi e pilotati si faceva fatica ad immaginarli anche se ad arbitrare ci fosse stato Byron Moreno;

– Impossibile non chiudere con un pensiero a Matteo Briolini e ai suoi Galacticos fake. Fermati ingiustamente da pressioni del direttore, iniziano la stagione con un 3-0 a tavolino che sa tanto di beffa. Le sue parole al vetriolo, rilasciate ai nostri microfoni – che potete leggere sul nostro canale Telegram dedicato all’evento – sono un guanto di sfida decisamente intrigante.


 

Siciliano Doc classe '92, laureato in comunicazione. Cresciuto a pane e sport, innamorato del Giro d'Italia e della pista di Spa, fruitore di ogni campionato di calcio, amante degli attaccanti alla Aduriz e di ogni sport in generale. Cresce coltivando il desiderio di diventare giornalista sportivo sognando di toccare l'erba di San Siro.