Interventi a gamba tesa

Considerazioni sparse post draft della EuroSportellate Cup


Inizia un bel delirio.


– Come ogni redazione che si rispetti, la voglia e la tentazione di un fantacalcio interno è stata così frenetica da non riuscire a trattenerci. Ma c’erano tante, troppe difficoltà, a cominciare dall’impossibilità di fare un’asta tradizionale. Ma vale la pena ricordare che la creatività è figlia delle necessità, e la soluzione da noi trovata è stata non solo geniale, ma ancora più stimolante di un’asta vera e propria;

La soluzione trovata si ispira molto all’NBA con un tocco di originalità: abbiamo deciso di draftare ogni giocatore, prendendo a piene mani dai principali campionati europei. Dopo un sorteggio con tanto di notaio, abbiamo stabilito l’ordine di scelta, togliendo ogni vincolo di ruolo, dando così ad ognuno degli allenatori la massima libertà di opzione. Il risultato è stato talmente intrigante e delirante, che cercare di raccontarvelo in poche parole è davvero difficile;

L’asta, si sa, è una delle parti più belle di un fantacalcio: proteggere i propri pupilli affinché facciano parte della propria rosa, rilanciare gli obiettivi altrui, son tutte componenti che per noi appassionati sono magnetiche. Beh, in questo caso sono componenti totalmente assenti, ma non per questo siamo rimasti impassibili, tutt’altro. L’ansia nel dover aspettare che qualcuno di voi scelga uno o due giocatori che voi bramate ha generato non poche risate ed insulti tra noi;

– Dopo quasi 6 giorni di chiamate notturne, tag, domande e listoni aggiornati a destra e a manca, il risultato è qualcosa di incredibile: Messi e Ibra che tornano a vestire la stessa casacca, Gagliardini capitano di Kevin De Bruyne, Ciccio Caputo scelto prima di giocatori come Thomas Muller e Mauro Icardi. Per non parlare delle ultimissime scelte, con nomi talmente assurdi da dubitare persino della loro stessa esistenza;

– 18 rose, 18 partecipanti. Non sarà forse il fantacalcio più bello, ma sicuramente è uno dei più interessanti ed intriganti mai fatto, e non raccontarvelo sarebbe stato davvero un peccato mortale, indi per cui abbiamo deciso di creare un canale Telegram dove, se vorrete, potrete seguire l’evoluzione di questa competizione. In questo weekend di gioco presenteremo le rose e coloro che le hanno composte. Sperando di potervi sempre regalare uno spunto di riflessione e piacere nel leggerci.

(per seguire la nostra folle competizione, iscriviti al nostro canale telegram:https://t.me/EuroSportellateCup)

Siciliano Doc classe '92, laureato in comunicazione. Cresciuto a pane e sport, innamorato del Giro d'Italia e della pista di Spa, fruitore di ogni campionato di calcio, amante degli attaccanti alla Aduriz e di ogni sport in generale. Cresce coltivando il desiderio di diventare giornalista sportivo sognando di toccare l'erba di San Siro.