Interventi a gamba tesa

Considerazioni sparse sul Fantacalcio post 4a giornata di Serie A


Deludono portieri e difensori: che sia l’anno del 3-4-3?


– In questa IV giornata di serie A abbiamo avuto la conferma di come il credo calcistico prettamente italiano del “vince chi ha la miglior difesa” stia man mano venendo sostituito da un più piacevole e frizzante “vince chi segna un goal in più dell’avversario”. A guadagnarci è senza dubbio lo spettacolo, a rimetterci probabilmente le coronarie dei Fantallenatori che hanno puntato sui portieri sbagliati in fase d’asta; mai come quest’anno infatti dalla scelta del proprio portiere può dipendere l’esito di una partita.  Ad esclusione del Milan che ha subito un solo goal in 4 partite, le prime 7 squadre dello scorso campionato stanno subendo di fatto quasi 2 goal di media a partita;

– Tuttavia, se da un lato le difese soffrono gli attacchi, dall’altro lato gli attacchi banchettano sulle difese. Caputo si conferma bomber da 20 goal a stagione, Ibrahimovic e Dzeko spazzano via i dubbi iniziali legati all’età avanzata ed al rendimento, Belotti continua il trend del finale della passata stagione segnando un goal a partita di media e nel Napoli chiunque giochi lì davanti sembra poter segnare. Infine, se la Juventus segna, molto probabilmente Cristiano Ronaldo ci ha messo la firma. Questa frase, dati alla mano, è vera una volta su due. Morata con un goal segnato ed uno quasi (annullato per fuorigioco millimetrico), sembra candidarsi come prima alternativa al portoghese come scorer bianconero, bisognerà capire se con il suo rientro in campo CR7 sarà catalizzatore di goal a discapito dei compagni, o se al contrario gioveranno della sua presenza in termini di goal;

– Male Atalanta e Lazio: le squadre con il primo e terzo attacco della passata stagione subiscono due larghe sconfitte, ma se per la prima si potrebbe ipotizzare come una semplice battuta d’arresto all’interno di un campionato volto alla continuità di risultati, lo stesso non si può dire della seconda. L’impressione dopo 4 giornate sembra essere quella di una Lazio scarica, che dopo aver sfiorato (e non concretizzato) un sogno lo scorso anno, pare abbia forse terminato il suo ciclo, apprestandosi a vivere una stagione leggermente sotto le aspettative. Difficile, se non impossibile, immaginarsi un Immobile ancora sopra i 30 goal stagionali, Correa si conferma essere un fantasista ma non un goleador, Muriqi chissà;

– Nonostante i 3 goal rifilati proprio alla compagine biancoceleste, la Sampdoria non sembra essere la migliore delle squadre fantacalcistiche, ad esclusione del sempreverde Quagliarella, i goal di Augello e Damsgaard sono l’esempio perfetto di una squadra con veramente poco appeal in termini di bonus fantacalcistici. Il vero problema rimane, infatti, schierare tra i propri titolari giocatori di questo tipo. Al contrario, squadre come Cagliari, Fiorentina e Udinese sembrano poter regalare diverse gioie con alcuni dei propri tesserati. Soriano, Biraghi, & Co. rappresentano quel gruppo di giocatori di seconda fascia destinato a spostare gli equilibri di tante partite durante questa Fantastagione;

– Menzione d’onore per il Benevento di Inzaghi che subisce tanti goal (dato di relativa importanza in termini fantacalcistici) ma dimostra di saperne segnare altrettanti, in particolare Caprari e Lapadula hanno fissato l’obbiettivo alla doppia cifra di goal, mentre Letizia sembra essere un’ottima alternativa low cost nel roster dei difensori.

Nato a Rimini il 2 dicembre 1991. Laureato in giurisprudenza in un caldo ottobre milanese del 2015. Attualmente fa a “sportellate” per ritagliarsi un posto come professionista nel mondo dell’avvocatura. Il suo cuore appartiene alla Romagna, al sinistro di Beppe Signori ed al calcio in generale, sport che pratica tra una distorsione e l’altra. Ha scritto di calcio per “Discorsivo.it” e condotto la radiocronaca di numerose partite alla playstation. Sogna di segnare su punizione a San Siro (magari alla juve).