Logo Sportellate
, 10 Ottobre 2020

Considerazioni sparse post mercato della Fiorentina


Un mercato all’altezza di una piazza prestigiosa.


- L’equipaggio c’è ed è ricco di marinai volenterosi, ciò che sembra difettare è il timoniere. Potrebbe riferirsi a questa metafora di stampo navale la Fiorentina targata 2020/2021. Già, perché la rosa dei Viola al termine del mercato è variegata e offre soluzioni di diversa natura, ma con un mister impregnato su cardini prettamente difensivi come Iachini le bocche di fuoco offensive dei fiorentini potrebbero inasprirsi;

- Andando con calma, la Fiorentina ha registrato alcune cessioni secondarie, come quelle di Sottil mandato al Cagliari o di Benassi girato all’Hellas Verona, e un’unica partenza di spessore proprio all’ultimo giorno della sessione, vale a dire Chiesa venduto alla Juventus;

- Sull’altro fronte, quello delle entrate, considerando che Amrabat e Kouamé già da gennaio si erano accordati con la società del patron Commisso, sulla riva dell’Arno sono giunti tre giocatori dall’ottima caratura tecnica ed esperienza come Bonaventura, Borja Valero e Callejon. In più è tornato dal prestito Biraghi e all’ultimo giorno è sbarcato un difensore molto interessante come Martinez Quarta, una sorta di “nuovo Pezzella”, oltre a Barreca, talento andato in naftalina un anno fa tra i meandri del burrascoso Genoa;

- Come dicevamo nel primo punto, il ventaglio dei petali della Viola è molto vasto, in particolare a centrocampo con tanti interpreti adatti sia in un centrocampo a tre, sia a due, che insieme rappresentano un mix di quantità (Amrabat, Pulgar, Duncan) e qualità (Castrovilli, Bonaventura, Borja Valero) non indifferente. Ora grazie all’inserimento di Callejon il 4-3-3 potrebbe essere un’opzione invitante, con l’ex Napoli e Ribery ad agire da esterni offensivi e Kouamé centravanti che si gioca il posto con Vlahovic. Un tridente di centrocampo ed attacco di tutto rispetto, per altro in difesa Milenkovic e Pezzella garantiscono costanza di prestazioni;

- La grande incognita però resta Iachini che negli ultimi anni nelle sue esperienze in panchina a Palermo, Udine ed Empoli ha sempre optato per una difesa a 3, impostando le sue squadre sulla difensiva e sfruttando il gioco in contropiede. Con il talento di cui dispone la formazione Viola, si potrebbe ipotizzare una difesa a quattro, con Milenkovic terzino destro bloccato, e possedere il pallino della gara sfruttando i giocolieri del centrocampo e Ribery. Il mercato della Fiorentina è perciò ampiamente sopra la sufficienza, ora sarà il campo a parlare, o più che altro i dettami tecnico-tattici di un allenatore che ha sulle spalle le pressioni di una piazza che ambisce a traguardi più consoni di una salvezza tranquilla.

  • Carlo Cecino, giovane trevigiano di belle speranze. Nato il 18/05/1994 durante la meravigliosa notte di Atene, col Milan che sculacciava il Barcellona di Cruijff, si appassiona fin dal primo ciuccio allo sport. Segue con fervore il basket, con i San Antonio Spurs in cima alle ricerche. Entrare nel mondo giornalistico sportivo è il sogno, ma anche diventare il magazziniere dello spogliatoio dei New York Knicks non sarebbe male. Gli idoli sono Valerio Fiori e DeShawn Stevenson, oltre a Federer, leggenda vivente del tennis.

Ti potrebbe interessare

Il calcio Savoia tra mito e leggenda

Passato, presente e futuro del Savoia, tra una storia gloriosa, la camorra ed Emanuele Filiberto.

Come l'Italia ha battuto l'Albania

Un'analisi sulla prima vittoria dell'Italia a Euro 2024.

Forse non tutti sanno che... Edizione Euro 2024

Trivia e amenità varie su Euro 2024.

Liga 2023/24, la squadra della stagione

Con tanto Real Madrid ma anche tante sorprese.

Dallo stesso autore

Considerazioni sparse sui 15 minuti più incredibili nella storia delle Olimpiadi italiane

Un quarto d'ora che ha lanciato l'atletica italiana nell'empireo olimpico. Un quarto d'ora che resterà nella testa, negli occhi e nel cuore di tutti.

Top ten NBA City Edition 2020/2021

L’abito non fa il monaco, recita il popolare detto, ma […]

15 buoni motivi per tornare a vedere la Serie A

Un ritorno particolare dopo la pandemia. "Ciak, si rigira". 103 […]

Saranno famosi: cinque talenti della Bundesliga pronti a prendersi la scena

Sky is the limit. É un'espressione idiomatica inglese adottata spesso […]
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu