Interventi a gamba tesa

Considerazioni sparse post Fiorentina-Torino (1-0)


Considerazioni sparse post Fiorentina-Torino, la prima giornata della Serie A 2020/2021.


– La Serie A 2020/2021 ha ufficialmente inizio e la cosa ci rende estremamente felici. Senza fare della facile ironia però, non sappiamo se la cosa renda contento pure Giampaolo: il suo Torino è in super rodaggio e non sembra al momento avere idea di cosa fare del pallone quando in suo possesso. C’è ovviamente tutto il tempo del mondo per lavorare e migliorare, ma se il buongiorno si vede dal mattino…;

– Chiudendo il discorso Giampaolo, la sensazione è che comunque Marco voglia provare ad esprimere il suo calcio pur senza gli interpreti per farlo (al momento). Lo dimostrano Izzo terzino e Berenguer trequartista. Urge assolutamente mercato in casa granata;

– Anche la Fiorentina è un progetto “work in progress”, come è normale che sia alla prima giornata di campionato, ma il 352 di Iachini è efficace, sa pressare alto ed è pieno di qualità. A centrocampo la differenza tecnica trai due terzetti di centrocampo, soprattutto nel secondo tempo, si è resa piuttosto evidente. La sensazione è che per far rendere al meglio le due squadre ci sarebbe da scambiare gli allenatori in panchina;

– Tra le file dei Viola segnali positivi arrivano in primis dai due esterni: Biraghi e Chiesa, giocano una bella partita di quantità e qualità. A corrente alternata Castrovilli, che ha comunque il merito di decidere la partita: la sua responsabilizzazione con la 10 sulle spalle, gli permetterà di consacrarsi o si rivelerà una spada di Damocle? Ai posteri l’ardua sentenza;

– Capitolo singoli in casa Torino: si salvano in pochi. Forse giusto Sirigu, capace nel primo tempo di salvare un gol su Kouamè con una parata che potrà già essere considerata tra le più belle della stagione, e Bremer, continuamente puntato da Ribery e soci ma mai saltato. Zaza il peggiore in campo. A centrocampo servono piedi buoni.

Lorenzo Lari, nato a Rimini l'11/06/1990. Laureato in Giurisprudenza, adora disquisire di sport ed America. Ogni tanto scrive, solitamente legge. Sogna un giorno di poter assistere ad una partita allo Staples al fianco di Jack Nicholson.