Interventi a gamba tesa

Il ritorno di Mike Tyson


Era ormai nell’aria già da un po’ di tempo, lo avevamo visto allenarsi come non mai durante il lockdown ma ora è ufficiale: Mike Tyson tornerà sul ring per un match d’esibizione contro Roy Jones Jr.


Nelle settimane scorse si era ipotizzato un possibile terzo incontro in carriera contro Evander Holyfield, ma nella notte di ieri è arrivata l’ufficialità: sarà Roy Jones Jr lo sfidante di Iron Mike per un exhibition match dalla durata di 8 riprese. Ulteriori dettagli  quali data e luogo verranno annunciati nei prossimi giorni per il resto si sa davvero poco.

L’ultimo match ufficiale di Tyson risaliva all’11 giugno 2005 quando venne sconfitto per TKO da Kevin McBride al MCI Center di Washington portando così il suo record a 50 vittorie 6 sconfitte e 2 no contest. Da lì in poi lo avevamo visto in giro per il mondo in una serie di allenamenti aperti al pubblico o sessioni di sparring, fatti per lo più per racimolare denaro e vendere la propria immagine martoriata dai processi per abuso di sostanze stupefacenti.

Mike Tyson e il suo allenatore Cordeiro che lo ha aiutato a recuperare e mantenere la forma durante il lockdown.

Negli ultimi anni Mike sembra essere cambiato. Forse a 54 anni ha trovato il suo equilibrio interiore e non è più quell’uomo che veniva definito come The Baddest Man on Planet, e nel pieno della sua maturità personale ha deciso di tornare sul ring. Forse l’ha fatto per soldi o forse perché gli mancava l’adrenalina che comporta un incontro di boxe, in ogni caso sarà bello rivederlo.

Affronterà Roy Jones un altro grande pugile non più di primo pelo (51 anni). Il primo boxeur a diventare campione WBA sia nei medi che nei massimi.

Jones nel corso della sua lunghissima carriera ha detenuto 7 cinture contemporaneamente, non un novellino.

I più scettici tra i fan si staranno già lamentando definendolo come un evento farsa o una pagliacciata mediatica, in realtà sarà un gran spettacolo e come tale lo dovremmo prendere. Giustifico molto di più due ultra cinquantenni che si picchiano per vedere se si ricordano ancora come si tira un jab piuttosto che vere e proprie farse come Mayweather vs McGregorMayweather vs Nasukawa (strano che dove ci siano soldi ci sia Floyd eh?).

Si affronteranno due ex pugili di primissimo livello che probabilmente non potranno regalarci più di  una o due riprese di livello. Probabilmente le borse saranno multi milionarie e l’evento verrà venduto come l’ennesimo match del secolo, ma noi lo guarderemo lo stesso perché Tyson con questo fugace e breve rientro sul ring darà la possibilità a noi millennials di poterci vantare in futuro di averlo visto combattere, anche solo per un incontro d’esibizione.


 

Studio storia. Vivo tra Milano e Pavia, mi interesso di libri, persone, cose, auto e fogli di giornale.