Interventi a gamba tesa

Jump Cut Ep.9 – Amor x Roma


Quante cose hanno in comune la vostra squadra del cuore e il vostro film preferito? Quante similitudini possono esistere tra l’azione personale che decide una partita e lo straordinario monologo di un attore che finisce dritto nell’immaginario collettivo? Ma soprattutto, vi siete mai chiesti cosa porti ognuno di noi ad appassionarci così tanto al mondo dello sport e a quello del racconto audiovisivo? A tutte queste domande (ma anche a molte altre) risponde Jump Cut, la vostra oretta settimanale di droga legale.


Bentornati a tutti. Il nono episodio di Jump Cut È ORA DISPONIBILE!

Dopo una piccolissima pausa di una settimana e una grande sorpresa sui nostri canali social, torna con la puntualità di un orologio svizzero l’appuntamento con l’uscita settimanale di Jump Cut. In questo nono episodio lo sfondo diventa protagonista, ma questo fatto non può stupire se si considera che lo sfondo di cui stiamo parlando è quello della “Città Eterna”: Roma.

Per le strade di Roma ci imbatteremo in un nuovo “Montaggi Paralleli” che proporrà un’analisi della somiglianza tra la rivalità di Max Biaggi e Valentino Rossi a quella tra i due personaggi principali del film “Lo chiamavano Jeeg Robot“, diretto da Gabriele Mainetti e girato proprio nella bistrattata periferia romana. Successivamente partiremo insieme per un bel tour nei luoghi simbolo della Capitale dal punto di vista sportivo, cinematografico e televisivo. Non mancheranno le esclusioni eccellenti, ma vi promettiamo che non mancheranno nemmeno le curiosità su una città che ispira il mondo.

Che aggiungere? Non ci resta che augurarvi buon ascolto, o per dirla alla romana: Daje tutta!

P.S: Tutti gli episodi di Jump Cut sono disponibili anche su Spotify al seguente link.

 

Alessandro Ginelli, nato a Cremona il 23/11/1996, da quel giorno vivo grazie all’aria, al cibo e allo sport. Una presenza in serie D allo stadio Euganeo di Padova in Atletico San Paolo - Fiorenzuola è il ricordo più bello e romantico riguardo la mia carriera di calciatore, da lì ho peró abbandonato il sogno di fare del calcio un lavoro grazie ai miei piedi e da un paio d’anni sogno di farlo grazie alle mie parole e alle mie opinioni. Per questo obiettivo studio Comunicazione, media e pubblicità presso l’Università IULM di Milano e coltivo il sogno di diventare giornalista sportivo. Scegliere quali sport mi piacciano di più sarebbe piuttosto difficile, quindi facciamo così: non mi piace granchè il golf.