Interventi a gamba tesa

Jump Cut Ep.3 – Dalla strada alle stelle


Quante cose hanno in comune la vostra squadra del cuore e il vostro film preferito? Quante similitudini possono esistere tra l’azione personale che decide una partita e lo straordinario monologo di un attore che finisce dritto nell’immaginario collettivo? Ma soprattutto, vi siete mai chiesti cosa porti ognuno di noi ad appassionarci così tanto al mondo dello sport e a quello del racconto audiovisivo? A tutte queste domande (ma anche a molte altre) risponde Jump Cut, la vostra oretta settimanale di droga legale. 


Welcome back guys! Il terzo episodio di Jump Cut è ORA DISPONIBILE! 

Storie di rivincita, di redenzione e di successo. Il fil rouge che unisce gli argomenti e i protagonisti di questa terza puntata risiede nella capacità umana di affrontare di petto le difficoltà della vita e di saperle rigirare a proprio favore al fine di diventare uomini e professionisti pienamente realizzati.

Ai microfoni di Jump Cut ci saranno due ospiti clamorosi: l’avvocato Jimmy McGill alias Saul Goodman e il 6 volte iridato in Formula 1 Lewis Hamilton. A entrambi abbiamo chiesto di rivelarci i loro gusti in materia sportiva e cinematografica, ricevendo alcuni consigli di grande qualità. Successivamente ci siamo messi alla prova con la riscrittura di uno dei migliori film sportivi di sempre, ovvero Glory Road – Vincere cambia tutto. Che cosa sarebbe successo se Bobby Joe Hill si fosse rifiutato di firmare per Texas Western? Scopritelo insieme a noi!

Buon ascolto, e ricordatevi di non riuscire a ricordarvi di dimenticarci!

 

P.S: Tutti gli episodi di Jump Cut sono disponibili anche su Spotify al seguente link

Alessandro Ginelli, nato a Cremona il 23/11/1996, da quel giorno vivo grazie all’aria, al cibo e allo sport. Una presenza in serie D allo stadio Euganeo di Padova in Atletico San Paolo - Fiorenzuola è il ricordo più bello e romantico riguardo la mia carriera di calciatore, da lì ho peró abbandonato il sogno di fare del calcio un lavoro grazie ai miei piedi e da un paio d’anni sogno di farlo grazie alle mie parole e alle mie opinioni. Per questo obiettivo studio Comunicazione, media e pubblicità presso l’Università IULM di Milano e coltivo il sogno di diventare giornalista sportivo. Scegliere quali sport mi piacciano di più sarebbe piuttosto difficile, quindi facciamo così: non mi piace granchè il golf.