Article image
, ,
2 min

- di Jacopo Landi

Top of the Flop, 11a giornata


TOP

1) Higuain: Il ritorno del Gordito, nel momento più atteso, quello dell’happy hour. Gonzalo nostro si incazza come un pinguino per i pochi sottaceti forniti dal Milan in sala executive e decide di punire i rossoneri con due gemme meravigliose. Due goal fantascientifici, due giocate con un secondo di vantaggio sugli avversari e sulla storia. Piccola chicca, sul secondo goal Donnarumma fa un saltello (prima di tuffarsi) a tiro già scoccato e ciò gli fa perdere il tempo dell’intervento. Non è la prima volta e se non si toglierà questo fondamentale in fretta, gli attaccanti prima o poi ci faranno l’occhio e ne approfitteranno scientemente. #Cannibale, voto: fisico da capo tavola

Complimenti Gonzalo (via Squawka)

higuain top

2) Torreira: Alto come un barile Heineken e bello come un pugno nello sterno, Torreira è però letale come un Rambo in miniatura. Corre, insegue e segna da casa sua una punizione alla Recoba. Dinamismo, qualità e minacce col distorsore vocale per la Samp che viaggia con 5/5 vittorie in casa come non era successo neanche nell’anno dello scudo. #BreakingTorreira, voto: I am the danger

3) El Shaarawy: Il ritorno del faraone dopo il brutto ultimo film degli X-men. Un goal fantastico che ricorda alla lontana un’altra gemma di Totti contro il Torino. Applicazione, dedizione e tanta qualità. Bravo Elsha, questa è la strada verso casa. #Ilfaraone, voto: 10 ragazze per me

FLOP

1) Biglia: La vita è equilibrio, sempre. Bonucci sposta gli equilibri e lui per ristabilire la situazione non sposta mai il proprio. Immobile non come la punta della Lazio ma come il Pil di Gela. Una miriade di passaggi orizzontali al compagno che è al massimo a tre metri, per un attimo a San Siro sembra di rivedere Farinos, poi un vecchietto senza cantiere ricorda che almeno quello correva. Più fuori forma di Malgioglio durante di trenini del Gf. Dai Luca, ritrova la condizione prima di fare ai tifosi due biglie così. #Irritante, voto: candela bruciata

2) Astori: Quando la sera prima vai a puttane perché tanto col Crotone cosa vuoi che succeda… ma poi quello che deve succedere lo fai succedere tu e allora hai paura che per vendetta Pioli ti porti a trans per approfondire il senso dell’espressione “cazzi acidi”. Sveglia Astori, in queste condizioni puoi giocare solo i Mondiali di rutto libero. #Svampitello, voto: Da dove veniamo, chi siamo, cazzo m’hanno fottuto

3) Sensi: Qui si spara sulla croce rossa, pardon nera, pardon verde nera. Ti chiami Sensi ma il sesto senso di una poderosa figura di merda mica ti ha aiutato. Io che invece qualcosa l’avevo avvertita col cavolo che ti ho schierato al Fanta, dove avresti fatto perdere anche Mourinho. Più che sesto senso, le sette piaghe d’Egitto. #Calamità, voto: sacrificio umano

E Allan ringrazia...

Fine delle trasmissioni. Per ora.

JL


 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Nato il 6 aprile del 1988 a Milano figlio orgoglioso di una città che ama con odio. Nelle vene sangue misto che ne fanno un figlio del mondo senza fissa dimora. Tra un gin tonic e un whiskey ben concepito ha consacrato la propria esistenza all’arte della buona musica con De Andrè, Shane McGowan e Chat Baker a strapparsi pezzetti di anima. Il cinema come confessione condivisa. L’amore per la beat generation e per quel mostro di James Dean. Interista con aplomb anglosassone per il gioco più bello del mondo. Crede che verranno tanti giocatori meravigliosi ma più nessuno con la corsa di Nicolino Berti.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu