Article image
, ,
1 min

- di Jacopo Landi

Top of the Flop, 36a giornata


Top

1) Mertens: 30 e lode ormai non basta più. Quel nano infame che mentre noi boccehggiavamo all'università, prendeva sempre il massimo agli esami consci che avrebbe scaricato la proverbiale carrettata di gnocca al passaggio dal via. Adesso a De Laurentis toccherà comprare tutti e sette i nani per ricoprirlo d'oro.

2) Callejon:
ingellato come neanche Nek per "Laura non c'è". Ignorante come un p goldino e ossesso come Bobo Vieri al Byblos, Josè espanolo, la puccia di sinistro e despacito.

3) Nainggolan:
 il ninja più maestro Splinter che ci sia. Non molla mai un cazzo che sia a Fregene o in campo. Oggi corre come un frecciarossa in ritardo. Segna e poi trova anche il tempo per portare una ventata di allegria a quel simpaticone di Spalletti.

Tra i centrocampisti dei maggiori 5 campionati europei, solo Dele Alli ha segnato più gol di Nainggolan in questa stagione.

nainggolan top

Flop:

1) Murillo: quello che succede in occasione del primo goal del Sassuolo è da pena di morte con stupro carpiato. La sceneggiata per mascherare l'errore è talmente finta che quelli de "Il segreto" stanno pensando di scritturarlo.

Punto.

indegni

2) Torino: non puoi fare Renegade se quando entri in campo duri meno di un uomo tra le mani di Belen e quando il Napoli attacchi tu ti nascondi che neanche i bambini di It. Comprare dignità al prossimo mercato. Ma tanta ehhhhh...

3) Zapata:
 ogni domenica una magia. Maestro. Che sia un disimpegno a cazzo o una sforbiciatata ad minchiam. Christian colombiano vi troverà e vi rapirà con la sua magia. Rubategli gli auto in anticipo, così, sulla fiducia.

#iamJackMoody


 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Nato il 6 aprile del 1988 a Milano figlio orgoglioso di una città che ama con odio. Nelle vene sangue misto che ne fanno un figlio del mondo senza fissa dimora. Tra un gin tonic e un whiskey ben concepito ha consacrato la propria esistenza all’arte della buona musica con De Andrè, Shane McGowan e Chat Baker a strapparsi pezzetti di anima. Il cinema come confessione condivisa. L’amore per la beat generation e per quel mostro di James Dean. Interista con aplomb anglosassone per il gioco più bello del mondo. Crede che verranno tanti giocatori meravigliosi ma più nessuno con la corsa di Nicolino Berti.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu