Article image
, , ,
5 min

- di Redazione Sportellate.it

Italia-Spagna 2-0, bar sport post partita


Da buoni italiani medi, amiamo il calcio, la nazionale e il bar sport. Mescolandoli di solito si ottengono risultati aberranti, ma noi ci abbiamo comunque provato. 


Gian Marco Porcellini (@piskeporc): "Se c'era qualcuno che ci credeva, quello eri tu. Non che io non avessi fiducia in Conte, il mio scetticismo era legato soprattutto al fatto che sugli esterni opera sempre scelte più conservative. Scelte di cui tuttora non sono molto convinto, specie quando c'è da risalire il campo.  Però che rullata alla Spagna".

Lorenzo Lari (@lorenzolari90): "Troppo buono: fiducioso sì, ma oggi si è andati oltre. Se avessimo finito il primo tempo avanti 3-0, nessuno avrebbe potuto dire nulla. Riguardo alle scelte conservative hai anche ragione, ma si giocava sempre contro la Spagna e il De Sciglio visto stasera deve stare a prescindere sempre negli 11. Visto che hai voluto sottolineare il mio discreto ottimismo pre europeo, ti ricordi anche cosa mi aveva fatto scuotere la testa ai tempi delle convocazioni?"

GMP: "Purtroppo sì. La scelta di portare solo due mediani... Che oltretutto, in quest'ultimo anno hanno goduto di uno stato di salute precario. Con Thiago Motta squalificato, possiamo solo sperare di recuperare De Rossi. Che a proposito, ha giocato un primo tempo come non lo si vedeva da diversi anni. Anche perché Busquets, uscendo spesso in ritardo, oltre a non marcarlo gli apriva sempre la linea di passaggio verso gli attaccanti".

La solitudine di DDR per buona parte del primo tempo. Per il centrocampista della Roma, 33 passaggi completati su 39 ed un solo pallone perso.

ddr solo

LL: "DDR immenso stasera, ha stravinto il duello con Busquets anche se so benissimo quanto sia sbagliato metterla su questo piano. Adesso stiamo a vedere: se non recupera, con la Germania andremo verso una sorta di 3-4-3 pericolosissimo, ma non vedo nessun altro utilizzabile in quella zona di campo. Tornando alla partita odierna, son bastati tipo 1-2 minuti per capire che eravamo messi in campo alla perfezione. Sul capolavoro di Conte però preferisco lasciar che tu ti esprima, in questo momento potrei risultare fastidiosamente esagerato".

GMP: "Ha detto tutto Zenga in realtà (per il quale ormai ho un debole per l'entusiasmo, la competenza e il suo trasporto da tifoso con cui ti coinvolge): sulla loro uscita palla andavamo a comporre una sorta di 4-3-3/3-4-3 a seconda delle posizioni di De Sciglio e Florenzi, con Giaccherini che si alzava sulla linea degli attaccanti, una delle due punte che usciva su Busi, DDR su Fabregas e Parolo come un'ombra su Iniesta. Li siamo andati a prendere alti per un'ora abbondante (cosa che non ci era riuscita nel girone), tant'è che la prima vera occasione spagnola è arrivata al 70'.

Ci hanno creato qualche problema solo i movimenti esterno-interno di David Silva, che però essendo squisitamente un catalizzatore di gioco e non un finalizzatore, in pratica è rimasto quasi isolato nella sua azione. Però lo sai qual è la cosa secondo me più incredibile? Il fatto che siamo stati noi ad imporre il nostro piano gara e non la Spagna, che evidentemente non è in grado di interpretare una partita diversa dal solito estenuante possesso palla. Hai visto come si sono innervositi dopo lo 0-1?".

Il capolavoro di Conte in fase di non possesso. Florenzi è in basso a destra fuori schermo tra Nolito (anche lui fuori inquadratura) e Jordi Alba.

ita spa f dif

LL: "Giaccherini che si alzava su Pique e Pellè a uomo su Busquets gli hanno totalmente impedito di farla girare da dietro. Lì a livello tattico si è deciso molto. Comunque hai ragione, infatti mi vien da sorridere a leggere in giro commenti del tipo "siamo brutti, sporchi e cattivi, ma quanto cuore". Cioè mi sembra clamorosamente limitativo: Conte sta riuscendo a far giocare a calcio questi ragazzi e già questo basterebbe per fargli una statua. Ok scusami, alla fine non ho resistito".

GMP: "Hai fatto bene a sottolinearlo, purtroppo sui social il populismo sta tornando a toccare i livelli post Leicester mania. Anche se era ampiamente auspicabile. E poi, tornando su Giaccherini, oggi secondo me ha compiuto qualcosa di clamoroso nelle due fasi, soprattutto in quella di possesso, dove si apriva sulla fascia e generava costantemente superiorità numerica. Ma vogliamo parlare di Pellè?".

"Sergio, stai calmino?"

LL: "Giaccherini che tra l'altro ha corso 13 km! Cioè 13 chilometri Thiago Motta non lì corre neanche in tutto un campionato. Sontuoso il Giak, si sta togliendo veramente tanti sassolini dalla scarpa. Stessa cosa Pellè: per un'ora a mio avviso ha giocato da migliore in campo, poi un po' di stanchezza e alla fine il solito gol scaccia paura. Grandissimo. Due parole su questa Spagna?"

GMP: “Ma guarda, io tra venerdì e sabato mi sono riguardato Spagna-Turchia e Spagna-Croazia e, al di là della fase di possesso, la cosa che più mi ha colpito è la scarsa applicazione nella fase difensiva. Non sono riuscito a capire se fosse una questione di pigrizia o limiti atletici, fatto sta che la pressione risultava spesso blanda e la squadra non accorciava mai adeguatamente. Più in generale, e qui mi ripeto, sono arrivato a pensare che quando escono dal loro piano gara, sembra che si rifiutino di giocare la partita. Secondo me è iconica l'immagine di Del Bosque che per tutto il secondo tempo se ne resta in panca a meditare. Visto che siamo un popolo di allenatori, ti chiedo quali carte ti saresti giocato al suo posto e se pensi avesse reali margini di manovra".

Più o meno lo stesso atteggiamento di Conte...

del bosque

LL: "Qua mi metti veramente in difficoltà. In quanto agli 11 scesi in campo quelli dovevano essere, era l'atteggiamento ad essere scandaloso. Si faceva quasi fatica a capire se era veramente il loro obiettivo pressarci alti dalla lentezza e la fiacchezza con cui si muovevano. Meglio per noi. Ora però con la Germania sarà totalmente altra storia. Vedo un quarto vicino all'impossibile e a questo giro tocca a te imprimere un po' di ottimismo.
Oh ma è iniziato l'ottavo dei nostri islandesi e non mi dici niente?".

GMP: "Guarda, mi sa che hai scelto la persona sbagliata, perché dopo che ho visto l'1-0 all'Irlanda del Nord ho cominciato a credere che possono essere i favoriti numeri uno. Con Gomez e Kimmich secondo me hanno posato i due tasselli mancanti. Non ci resta che aggrapparci ai precedenti confortanti. E al nostro allenatore, of course". 

LL: "Ok dopo 3 minuti già 1 a 0 con Rooney su rigore. Meglio chiuderla qua che se no piango..."

La leggenda degli uomini straordinari.

islanda selezione

GMP: "Ha pareggiato l'Islanda. I don't believe it".

LL: "Oggi qua si rischia un sovraccarico di emozioni. Vado a farmi un gin tonic che è meglio. Ci si risente per sabato, sperando in un'altra impresa."


 

ULTIME CONSIDERAZIONI SPARSE

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu