Interventi a gamba tesa

Il pagellone della 17a giornata di serie A

1-12-15 BOLOGNA-EMPOLI CAMPIONATO SERIE A 15-16
MACCARONE ESULTA E VA A PRENDERE UN BICCHIERE DI BIRRA


Inter: meno concentrati di Bobo Vieri agli esami del Cepu. Felipe Melo guarda “Il grinch” proprio il giorno prima della partita e scommette con Medel di riuscire a fare peggio. Ci riesce. Adesso una buona dose di frustate mi sembra il contro regalo più azzeccato ‪#‎Melo‬ meno, voto: 4.

Lazio: ha il merito di vincere una partita che l’Inter gioca per entrambe le squadre. ‪#‎non‬ male, voto: vincere facile.

Carpi: ci prova, ci va vicino. Ad avere la difesa pensa quante cose potrebbe fare. Borriello immenso. Castori rosica e continua a costruire la sua c***o di diga ‪#‎immagina‬ puoi, voto: 5.

Juventus: il gol in girata di Marione è bello come del sesso orale inaspettato. L’autogol di Bonucci è come quando la sconosciuta del sesso orale, alla fine, ti chiede 50 euro. ‪#‎la‬ vita da, la vita toglie, voto: 8.

Frosinone: vedi Carpi e dici, poverini ci provano anche loro ma senza difesa dove vuoi andare. Ciofani ormai ha la media realizzativa di Cr7 e Messi, il problema è che la difesa ricorda l’Inter di Mazzarri ‪#‎Zemanlandia‬, voto: 4.

Milan: alla fine del primo tempo Miha suda freddo peggio della famiglia di Jack Nicholson in Shining. Quando poi segna Abate capisce che qualcosa di impossibile sta accadendo in campo ‪#‎incontri‬ ravvicinati del terzo tipo, voto: E.T. telefono casa.

Roma: Florenzi segna e corre come un pazzo ad abbracciare il suo allenatore. Immagine romantica di un calcio d’onore che ogni tanto resiste ancora‪#‎BELLO‬, voto: clap clap.

Genoa: siamo a Natale e voglio essere più buono, non esonerate Gasperini, aspettate ancora una partita. Mi diverto troppo. ‪#‎Gasp‬ infame, voto: il signore oscuro.

Atalanta: la missione era proibitiva sin dall’inizio, ma quando la riprendi… è brutto e svilente buttarla via così. Certo quando la tua fisicità è legata a Maxi Moralez e l’altro nano da giardino….‪#‎ahia‬, voto: 50 centimetri sul campo.

Napoli: Higuian è significativamente sovrappeso eppure continua ad essere una delizia per gli occhi in campo #la pepita d’oro, voto: 8.

Bologna: perde una partita, anche male, prendendo dei gol incredibili. Ma Destro e Donadoni insieme possono fare grandi cose. Io sono dalla loro… e poi scusate, ma da emiliano, dove si mangia meglio? ‪#‎di‬ parte, voto: 6 sulla fiducia.

Empoli: Big Mac che segna e si sgallozza un birrino matto è l’immagine più natalizia che questo dicembre mi abbia regalato. Io vi omaggio e ve la cedo col cuore. ‪#‎Babbo‬ Natale sbronzo, voto: 10 gradi.

Verona: Luca Toni eroe romantico che solca le stagioni. Tanto romantico che ormai quando segna non ci crede più neanche lui. ‪#‎Campione‬ del mondo, voto: 1110 e lode.

Sassuolo: sempre detto che Floccari è stato sottovalutato dall’alba dei tempi. La squadra di Di Francesco qua e là ci piazza qualche cagata che ne limita la classifica, altrimenti sarebbe ancora più in alto ‪#‎vertigini‬, voto: 7.

Sampdoria: era dal 1974 che la Samp non vinceva una partita, con la classe di Cassano ci riesce e sen non altro una fazione di Genova passerà un sereno Natale. ‪#‎FantAntonio‬, voto: 7

Palermo: Zamparini si lamenta di un arbitraggio scandaloso… che non ho notato ma che credo comunque non stroppi nel quadro ridicolo che anche quest’anno ha allestito ‪#‎retrocede‬ il presidente, voto: 4.

Torino: più in crisi del riporto di Magalli, Belotti ha la media gol di Darko Pancev e il resto… ‪#‎sti‬ cazzi, voto: protezione civile.

Udinese: vince senza infamia e senza lode, come questa pagella. Una pacca sulla spalla a mister Colantuono che ha la testa più lucida e la barba più bella della Serie A ‪#‎modello‬, voto: so’ figo so’ bello.

Fiorentina: ritorna a tracciare un percorso netto e positivo… fino a quando esploderà definitivamente il caso Rossi e manca poco ‪#‎Bomba‬, voto: Sousa artificiere.

Chievo: già ampiamente in vacanza, si difendono meno dei brasiliani durante il carnevale ‪#‎Maldive‬, voto: Natale 2015 ‪#‎instashot‬.

Fine delle trasmissioni. Per ora.
JL


 

Jacopo Landi, sangue misto nato nell'aprile del 1988 in quel di Milano ma in realtà appartenente (in parti uguali), per origini, a: Emilia Romagna, Toscana, Valle d'Aosta, Lazio, Abruzzo ed India. Lavora un po' in tutti i settori possibili, tranne quello del narcotraffico. Matura esperienza come giornalista, prima cinematografico e poi sportivo presso il giornale on-line Italia Post, il sito calciomercato.com e le collaborazioni coi giornalisti Fabrizio Biasin e Alfredo Pedullà. Ha inoltre collaborato con la compagnia teatrale "I Birbanti" e firmato un corto personale "Una birra al bar" tratto da una novella del buon (e sacrosanto) Bukowski. Dal 2013 collabora prima con la Nella Longari arte, poi con la M77 Gallery e infine con la Renata Fabbri Arte contemporanea; prima di tornare nel mondo della produzione in qualità di sceneggiatore. Non potrebbe vivere senza filosofia, donne, cinema, whisky e buona musica. Collabora con Sportellate perché dopo il video di Corona sul "pene" di Adriano non riteneva di poter essere da meno.

2 Responses to “Il pagellone della 17a giornata di serie A”

Comments are closed.