Interventi a gamba tesa

Interisti non facciamoci fregare


Come da tradizione, l’Inter sembra essere la regina della sessione estiva di calciomercato. O meglio: ogni anno vorrebbero farcelo credere. Una montatura a regola d’arte che vanta la partecipazione di moltissimi ‘addetti ai lavori’: allenatore, direttore tecnico, addetti stampa, più una lunga schiera di giornalisti mercenari. Tutti pagati e ‘istruiti’ – probabilmente dallo stesso club – per distorcere la realtà dei fatti e raccontare idiozie ai tifosi. In fondo, si sa, il calcio prima ancora di essere uno sport è un settore economico che vende – e a caro prezzo – un’unica merce: l’intrattenimento sognante.


Così, ogni estate i sostenitori vengono martellati ininterrottamente, mattina e sera: notiziari, approfondimenti, titoli a caratteri cubitali, rassegne accattivanti. Tutto parla di milioni, top player, differenze da limare, procuratori, visite mediche e presentazioni ufficiali. Tutto sembra svolgersi nel migliore dei modi, ogni acquisto è definito un affare e l’investimento pare quello giusto: il tassello indispensabile al completamento di una rosa che vuol competere per grandi obiettivi. Tutte premesse – e soprattutto promesse – che nella maggior parte dei casi finiscono per essere ritrattate dopo le prime amare sconfitte della nuova stagione. In fondo ciò che conta è la campagna abbonamenti. Poi, lo spettatore può anche sentirsi deluso, poco importa. Un meccanismo perverso che un tifoso interista ormai dovrebbe conoscere bene, prima di farsi prendere da nuovi facili entusiasmi.

ranocchia_1059431sportal_news

Capitan Ranocchia. Così, per restare sull’allegro…

Entrando nel cuore del mercato nerazzurro, è arrivato Kondogbia e la difesa è stata risistemata: bene, benissimo. Ora, però, Ausilio e Mancini dicono che serve sfoltire: operazione sacrosanta, ma va fatta con criterio. Eppure l’ex tecnico del City intende far fuori quei giocatori per i quali la società si è svenata nella precedente sessione di mercato. Stiamo parlando di Santon e Shaqiri. Due ottimi elementi, per giunta funzionali all’impronta di gioco del tecnico jesino. Cedere loro, insomma, sarebbe pura follia. Anche perché in rosa al momento ci sono ben più gravosi ‘impiastri’ da cacciare. Stiamo parlando ad esempio degli inutili Vidic (armadio Ikea pronto a smontarsi prima di entrare in campo), Juan Jesus (professione pupazzo di carnevale), Andreolli (nuovo agghiacciante caso di “Chi l’ha visto?”), Nagatomo (il laboratorio di cinesi sotto casa lo prenderebbe volentieri pagandolo ‘in nero’), Guarin (buono come pellerossa vucumprà alle feste di paese) ed Hernanes (profeta di disgrazie, quando parla c’è da grattarsi).

Rimane Kovacic, oggetto ancora misterioso, a cui il Mancio intende affidare per l’ennesima volta le chiavi del centrocampo. Piccolissimo particolare: ormai il croato le chiavi le sa portare, il problema è che con queste chiavi non sa aprire le serrature delle difese avversarie. Serve ancora tenerlo?

E’ evidente che le strategie di mercato dell’Inter siano improvvisate e non rivelino nulla di buono. Dietro una finta organizzazione c’è un principio che orienta tutto: l’usa e getta. Ma così non si vince. Prima di illudersi, i sostenitori guardino al passato. Quest’Inter non cambia. Non facciamoci fregare.


 

Giuliano Pagnotta, nato a Trani il 24-05-1990: nel giorno del suo compleanno qualcuno sente ancora il mormorio del Piave, ma era una vita fa. Laureato in Filologia moderna e specializzando master in HR Management si impegna nei più diversi ambiti, tra cui giornalismo, recitazione, musica, editing, gestione delle risorse umane e sport. Un tipo audace, eclettico e irrequieto, che dopo l’esperienza del ‘Workshop live’ di Sportitalia si è catapultato nel vivace mondo di Sportellate per riversare il proprio estro in commenti calcistici sagaci e irriverenti, che divertono o fanno incazzare. Adora la comunicazione e soprattutto giocare coi doppi sensi. Tifa Inter e il suo idolo è Josè Mourinho. Collaboratore Sportellate.it

3 Responses to “Interisti non facciamoci fregare”

  1. forum

    … [Trackback]

    […] Read More here to that Topic: sportellate.it/2015/07/15/interisti-non-facciamoci-fregare/ […]

Comments are closed.