Article image
,
2 min

- di Jacopo Landi

Il pagellone della 35a giornata di serie A



Juventus: sembra una partita tra la prima squadra e la primavera, con la Juve che va in vantaggio senza volerlo e si fa raggiungere #tenerezza, voto: 4° di fila

 

Cagliari: ha la fortuna di giocare contro una squadra che non c’è con la testa ma ne approfitta solo a metà #leggerezza, voto: 6

 

Milan: Gioca una gara dignitosa contro una Roma allo sbando... però segna Van Ginkel. Questo vorrà pur dire qualcosa #Van Che cosa ?, voto: 7

 

Roma: completamente allo sbando. Tutto quello che perderà in questa stagione sarà solo per colpe proprie. #lacrime di coccodrillo, voto: 5

 

Lazio: in 9 resiste all’Inter per larghi tratti dimostrando anima e carattere, di più non si poteva chiedere #spartani, voto: 6.5

 

Inter: ci mette troppo tempo ad avere ragione di una Lazio in 9. Ma finalmente vedere giocare Hernanes è una gioia per gli occhi #il profeta, voto: 7

 

Palermo: giochicchia e tiene fuori Dybala, classico di quelle squadre che non hanno più nulla da chiedere al proprio campionato. #tic tac, voto: 5

 

Atalanta: gioca seriamente... anche perché deve salvarsi. Ciò nonostante riesce a prendere due gol da una squadra in vacanza #sbadati, voto: 6 -

 

Chievo: domina la sfida per larghi tratti, si fa però infiocinare due volte dagli avversari #piccole faine, voto: 5/6

 

Verona: Toni continua a fare il suo...la difesa idem #Signore dammi la pazienza che se mi dai le bestemmie....voto: 5/6

 

Udinese: travolta senza se e senza ma. Stramaccione se la prende con Cassano che gli risponde tramite sms poco dopo... potete immaginarne il contenuto..#Strama ma vattene a ****, voto: 4

 

Sampdoria: gioca in scioltezza, segna 4 gol e torna a casa giusto in orario aperitivo #freschezza, voto: 8

 

Cesena: da 2-0 a 2-3. Lo specchio di una stagione che solo grazie alle penalizzazioni del Parma chiuderà al penultimo posto - #***ajjiqdi***, voto: 4

 

Sassuolo: recupera una partita iniziata con due gol di scarto. Ed infierendo su un Cesena che ormai ha detto addio alla Serie A #il miglio verde, voto: 7

 

Empoli: Saponara è una gioia per gli occhi... ma la difesa va registrata a breve #copriamoci, voto: 5

 

Fiorentina: un organico di qualità che alla fine ha la meglio al termine di un match estremamente gradevole #equazione, voto: 7

 

Parma: bella partita, bel risultato, bel Parma... brutto tutto quello che succede dopo il triplice fischio #cose che fanno male al calcio, voto: 6/7

Napoli: idem come sopra. Se è vero quello che hanno detto Huguain e i dirigenti, sarebbe una pesante caduta di stile # male male, voto: sospeso fino a prove certe

 

Posticipo:

 

Genoa: due squadra in forma, il Genoa gioca anche in casa... ma questo Torino è una furia.

 

Torino: come sopra. Avrà la difficoltà di giocare in trasferta, però è in una condizione super

 

 

Fine delle trasmissioni. Per ora.

JL


 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Nato il 6 aprile del 1988 a Milano figlio orgoglioso di una città che ama con odio. Nelle vene sangue misto che ne fanno un figlio del mondo senza fissa dimora. Tra un gin tonic e un whiskey ben concepito ha consacrato la propria esistenza all’arte della buona musica con De Andrè, Shane McGowan e Chat Baker a strapparsi pezzetti di anima. Il cinema come confessione condivisa. L’amore per la beat generation e per quel mostro di James Dean. Interista con aplomb anglosassone per il gioco più bello del mondo. Crede che verranno tanti giocatori meravigliosi ma più nessuno con la corsa di Nicolino Berti.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu