Article image
, ,
2 min

- di Jacopo Landi

Pagellone della 18a giornata di Serie A

Napoli: schierare Koulibaly e Britos equivale ad andare in guerra con le armi giocattolo. Higuain è in serata meno di Rocco Siffredi quando l’hanno circonciso. Il resto è storia. #tu dimmi quando, quando, voto: 5

 

Juventus: Caceres segna solo gol pesanti ma si veste peggio di un p-goldino all’Hollywood il sabato pomeriggio. Vidal sarà in calo ma regala solo meraviglie. Buffon deve rivedere la voce “parrucchiere”. #campioni d’inverno, voto: 8

 

Inter: teorema dell’Inter: con giocatori di calcio si gioca meglio a calcio e si rischia anche di vincere. #metodo scientifico, voto: 7 - ps: la pallonata di Andreolli a Mancini è una chicca a imperitura memoria

 

Genoa: Gasperini si giustifica “Palacio l’avevo chiesto io ma ha giocato con gli altri”. Non c’è mai davvero partita, nonostante i suoi incantesimi in serpentese. #adava kedavra, voto: 4

 

Torino: in 11 contro 10 riesce a mangiarsi una serie di gol che neanche a Paperissima dopo un giro di eroina colombiana. Il pareggio è il minimo sindacale. #rivolta sociale, voto: 6

 

Milan: la più brutta non partita di calcio mai disputata dai rossoneri. Per fortuna che il problema era Seedorf. #i conti non tornano, voto: 3

 

Roma: teorema di Roma: ti lamenti da tre mesi e ogni volta che hai un’occasione per il sorpasso in cima alla classifica la butti via regalando i primi tempi agli avversari. #giochi di prestigio, voto: 6 – ps: immenso capitano con selfie

 

Lazio: Felipe Anderson è Cristiano Ronaldo. Il problema è che a Madrid stanno per accorgersi dello scambio. #oh mamma mamma mamma sai perchè mi batte il corazon, voto: 7

 

Atalanta: partita incommentabile della settimana. Da notare un tamponamento di trattori in mezzo al campo a inizio secondo tempo. #esodo, voto: ng

 

Chievo: come sopra. #monotonia, voto: ng

 

Fiorentina: in una partita con 7 gol qualcosa non gira per forza. Nel caso della Fiorentina il problema è sempre dalla cintola in giù. Basterebbe spostare Mario Gomez sulla linea dei centrali. #accorgimenti tattici, voto: 6

 

Palermo: Dybala è ¾ della squadra. Manca lui e infatti finisce 4 -3, ma per gli avversari. #come sono simpatico, voto: 5

 

Verona: infierisce sul cadavere del Parma, ma lo fa con una bella prestazione. Veder segnare Toni è come una passeggiata con il nonno anziano: scalda il cuore. #amarcord, voto: 7

 

Parma: che dire... tristezza e dispiacere. Perché il sentore è che questa stagione sia stata MOLTO condizionata da fattori esterni al campo... #estrema unzione, voto: 4

 

Sampdoria: Eder si è ricordato di essere brasiliano e tanto basta. #verso l’infinito e oltre, voto: 7

 

Empoli: giocare con una seggiola in porta non è mai una buona idea. #risparmio, voto: 5

 

Cagliari: Contro il Cesena ha vinto anche il Cesena ..?..Insomma una rondine non fa primavera, vediamo come va con Zola. #ahiò, voto: 6

 

Cesena: vinceranno il campionato di piadine ma il pallone è un’altra roba. #fuori luogo, voto: 4

 

Sassuolo: pronti via. Pim Pum Pam. 1-1 e poi il nulla....#saldi, voto: 6

 

Udinese: come sopra #minimo indispensabile, voto: 6

 

 

Fine delle trasmissioni. Per ora.

JL

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Nato il 6 aprile del 1988 a Milano figlio orgoglioso di una città che ama con odio. Nelle vene sangue misto che ne fanno un figlio del mondo senza fissa dimora. Tra un gin tonic e un whiskey ben concepito ha consacrato la propria esistenza all’arte della buona musica con De Andrè, Shane McGowan e Chat Baker a strapparsi pezzetti di anima. Il cinema come confessione condivisa. L’amore per la beat generation e per quel mostro di James Dean. Interista con aplomb anglosassone per il gioco più bello del mondo. Crede che verranno tanti giocatori meravigliosi ma più nessuno con la corsa di Nicolino Berti.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu