Article image
, ,
2 min

- di Jacopo Landi

Pagellone della 9a giornata di Serie A


1) Genoa: vince contro la Juve nonostante Antonini in campo e Gasperini in panchina. Si tratta di tipica contrattazione col demonio: tre punti in cambio dell’anima. “Mistero misterioso”, voto: 8

 

2) Juventus: Allegri riesce nella non semplice impresa di perdere contro Gasperini. “Allegri è un vincente” cit A. Agnelli. “Me sa che me so sbajato”, voto: 5

 

3) Roma: contro una squadra di piallatori romagnoli i giallorossi sprecano, segnano e vincono con una noncuranza quasi fastidiosa. “Partitella del giovedì”, voto: 7

 

4) Cesena: prova a fare quello che può e cioè nulla... Se è la Serie A di calcio bisognerebbe giocare a calcio, ma provate a farlo capire a Bisoli & co. “Duri di comprendonio”, voto: 4

 

5) Inter: secondo rigore di fila, non succedeva dalla nascita di Gesù, adesso tutto è possibile, anche vincere segnando un gol vero. “Ho visto cose che voi umani...”, voto: 6 1/2

 

6) Sampdoria: le dichiarazioni di Sinisa e della squadra spiegano la grandezza della Samp di quest’anno. “Squadra guerriera”, voto: 8

 

7) Cagliari: Zemanlandia non si ferma più e poi... mai dare le spalle a Ibarbo. “Mandingo nel c**o te lo spingo”, voto: 7

 

8) Milan: Bonaventura viene posseduto per un istante da Maradona, il problema è che Abbiati continua a essere posseduto da se stesso. “Bambolina voodoo”, voto: 5

 

9) Fiorentina: i viola ormai vanno in scioltezza. La Serie A per Cuadrado sembra invece andare stretta. “Modalità principiante”, voto: 7

 

10) Udinese: tracollo importante, Stramaccioni si lamenta per l’umidità. “Meteo”, voto: 4

 

11) Atalanta: strappa un punto al Napoli ma se non impazzisse gli ultimi 10 minuti di gara sarebbe meglio. “Colpi di testa”, voto: 6

 

12) Napoli: Higuain quest’anno non ce la fa proprio a non fare una minchiata a partita. “Croce e delizia”, voto: 6

 

13) Palermo: il gol dell’ex e poi tutti ad esultare con braccio di ferro. “Spinaci alé, spinaci alé”, voto: 7

 

14) Chievo Verona: è troppo presto per chiedere l’aiuto del pubblico, Gerry? “Alla frutta”, voto: 4

 

15) Torino: instancabili, invincibili e super Darmian, ma i capelli di Amauri restano ancora inguardabili. “Pantene pro v”, voto: 8

 

16) Parma: ruolino impeccabile, dipende in che modo lo guardi. “Punti di vista”, voto: 4

 

17) Sassuolo: ogni anno dopo i 7 gol dell’Inter inizia il campionato degli emiliani, un buon campionato. “Partenza lenta”, voto: 7

 

18) Empoli: gioca bene ma quaglia poco. “Quadrifoglio time”, voto: 5

 

 

Pronostico sul posticipo

 

19) Hellas Verona: in casa resta una squadra insidiosa anche se non sta attraversando un buon periodo di forma.

 

20) Lazio: parte vantaggiata dato il buon periodo di forma e la maggior qualità in mezzo al campo.

 

 

Fine delle trasmissioni. Per ora.

JL


 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Nato il 6 aprile del 1988 a Milano figlio orgoglioso di una città che ama con odio. Nelle vene sangue misto che ne fanno un figlio del mondo senza fissa dimora. Tra un gin tonic e un whiskey ben concepito ha consacrato la propria esistenza all’arte della buona musica con De Andrè, Shane McGowan e Chat Baker a strapparsi pezzetti di anima. Il cinema come confessione condivisa. L’amore per la beat generation e per quel mostro di James Dean. Interista con aplomb anglosassone per il gioco più bello del mondo. Crede che verranno tanti giocatori meravigliosi ma più nessuno con la corsa di Nicolino Berti.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu