Article image
2 min

- di Raffaele Campo

Addio campione


Oggi il mondo del calcio è stato colpito da un grave lutto. All'età di 46 anni si è spento Klas Ingesson, ex centrocampista di Bari, Bologna,  Marsiglia e Lecce, dove ha chiuso la carriera. Se ne va una persona - prima ancora che un giocatore di calcio - che ha saputo trasmettere a tutti noi i veri valori dello sport: il rispetto per l'avversario, il coraggio e la voglia di lottare senza mai mollare fino all'ultimo secondo.  


Già, perchè Klas non ha mai smesso di combattere contro il mieloma multiplo che lo aveva colpito nel 2009, non si è mai arreso e ha sempre tenuto duro. Nonostante fisicamente fosse debole e molto provato, l'ex rossoblù non ha rinunciato a continuare a intraprendere ciò che amava, ovvero il calcio.

Costretto a stare su una sedia a rotelle, non è mai venuta meno la voglia di lavorare in qualità di allenatore dell'Elfsborg. Solo una decina di giorni fa - a causa della grave ricaduta della malattia - ha dovuto rassegnare le dimissioni da tecnico. Eblematiche le sue parole: "La malattia mi fa stare troppo male e per il momento non voglio che l'attenzione sia su di me. Devo pensare al meglio per la squadra".

Un vero guerriero - come veniva chiamato a Bari dove ha giocato dal '95 al '98 - quale è stato Ingesson, sa anche quando è il momento di ritirarsi, in nome del suo grande altruismo e dell'amore per ciò che faceva ogni giorno. Da giocatore pensava prima di tutto al bene della squadra, le statistiche personali e la gloria erano l'ultimo dei pensieri di Klas. Indimenticabili per il sottoscritto la sua grinta e la sua tenacia quando guardava le sintesi di "90° Minuto". Era impossibile non accorgersi di queste sue qualità che lo hanno sempre contraddistinto.

Non ha mai avuto bisogno di sfoggiare macchine o telefoni all'ultima moda per farsi apprezzare. In campo sputava sangue senza darsi mai per vinto, caratteristica grazie alla quale sia con i galletti sia a Bologna conquistò il cuore dei tifosi.


Sei stato e sarai sempre un grande esempio per tutti noi. Non ti dimenticheremo mai. 

Addio campione.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu