Interventi a gamba tesa

Analisi delle 32: Costa d’Avorio

Ultima chiamata per questa generazione di “Elefanti”.

Terza partecipazione assoluta al mondiale per la Costa D’Avorio dopo Germania 2006 e Sudafrica 2010. Mai oltre al primo turno, anche se i gironi in cui è stata inserita sono sempre stati denominati “gironi di ferro”.

Quest’anno sarà l’ultima possibilità per la Nazionale africana di superare il girone e approdare storicamente agli ottavi di finale. Difficilmente infatti si rivedrà un attaccante cosi forte e con cosi tanta energia come Didier Drogba, un fenomeno assoluto, un pallone d’oro africano.

costa D'avorio

 

Giappone, Colombia e Grecia le Nazionali che affronterà la Costa D’Avorio in questo più che equilibrato girone C.

Molto, se non tutto, poggerà sulle possenti spalle dell’ormai ex attaccante del Galatasaray, che proprio in questi giorni ha dichiarato di voler cambiare club e in questo mondiale vorrà dimostrare che può permettersi ancora un anno o due di alto livello.

Nel 4-2-3-1 di C.T. Sabri Lamouchi, si quel Lamouchi che fece molto bene nel Parma e schifo nell’Inter, Drogba sarà il punto di riferimento là davanti, la boa che deve segnare e sportellare per aprire gli spazi al veterano Salomon Kalou e alla freccia Gervinho.

C’è anche un altro signore parecchio imponente e devastante, Yaya Tourè da molti considerato il centrocampista più completo del mondo.

Yaya però non sta bene, non è in forma si dice. Una recente dichiarazione del suo C.T. mette in evidenza come il centrocampista del City abbia terminato la stagione infortunato e sarebbe fortemente in dubbio per la sfida d’esordio di sabato col Giappone.

Un Tourè spompo e stanco me lo immaginavo dopo i 35 coast to coast in Premier League.

La difesa, come tutti i difensori africani che ci sono in giro, è un po’ ballerina e fa un po’ come gli pare. Certo c’è fisico e voglia di far bene, ma ci sono anche degli svarioni e delle dormite che se guardi la Coppa D’Africa capisci a cosa mi riferisco.. Tuttavia giocano tutti in Europa i difensori, e spero per il popolo Ivoriano che Kolo Tourè tenga in piedi la baracca con la sua esperienza.

PRONOSTICO: si, ce la fanno, faranno la storia del loro paese, della loro Nazione.

Passano il girone come secondi e poi escono agli ottavi contro la prima del nostro girone D.

PRONOSTICO TRASH: arrivano in semifinale se c’è Rudi Garcia a bordo campo a caricare Gervinho.

ANEDDOTO SCONCIO: raramente un giocatore si piega sotto la doccia per raccogliere il bagno schiuma….eccecredo con quelle “proboscidi”……

Alberto Mularoni, Rimini nell´anno del crollo del Muro,ha cittadinanza italiana e sammarinese. Negli ultimi cinque anni ha vagabondato per l´Europa emigrando da Rimini a Bologna, passando per Ferrara e Nijmegen. Attualmente iscritto alla facoltà di Giurisprudenza di Bologna. Frequenta il mondo dello sport fin da piccolo: prima come tennista di indiscusso valore, ora come roccioso difensore e aspirante reporter sportivo. Malato di Inter a tal punto da bruciare i risparmi di una vita per poter assistere al trionfo di Madrid. Venera Josè Mourinho. Co-fondatore di Sportellate.it

3 Responses to “Analisi delle 32: Costa d’Avorio”

  1. forum

    … [Trackback]

    […] Read More here to that Topic: sportellate.it/2014/06/11/analisi-delle-32-costa-davorio/ […]

Comments are closed.