Article image
, , , ,
5 min

- di Alberto Paternò

Speciale Brasile 2014: INTERVISTA A RICCARDO TREVISANI.


Il mondiale si avvicina e noi abbiamo già cominciato a raccontarvelo con il nostro "Speciale Brasile 2014" fatto di analisi delle squadre, pronostici e tante interessanti interviste ai migliori giornalisti sportivi italiani. Oggi siamo in compagnia di Riccardo Trevisani, giornalista Sky e, a mio parere, il miglior telecronista italiano, preparato coinvolgente e con una grande passione per questo sport.


Con la prima domanda ci trasferiamo subito in Brasile, in mezzo al clima di festa e di gioia si insinuano però le ombre dei problemi sociali e delle proteste.
S
econdo lei, il popolo brasiliano come accoglierà il Mondiale di giugno dopo che, a causa dell’ingente investimento dello Stato per questa competizione, coperto anche dal criticatissimo aumento dei biglietti di autobus ed altri mezzi pubblici e beni primari, si sono scatenate manifestazioni, violenze e disordini sociali ? E come accoglieranno Diego Costa?

Il Brasile è una terra di grande calore, una terra di grande passione calcistica, quindi immagino che quando cominceranno i mondiali i brasiliani dimenticheranno tutto. Certo, prima e dopo la competizione  resteranno comunque i problemi, come quelli organizzativi, evidenti per esempio anche nella costruzione degli stadi, per cui è chiaro che le cose non funzionano bene ma allo stesso tempo si stanno cercando delle soluzioni. Credo anche che il fischio di inizio di Brasile - Croazia porterà via per 31 giorni tutto  o quasi tutto. In ogni caso speriamo che gli stadi tengano, per la nostra incolumità. Riguardo a Diego Costa mi aspetto tanti fischi, però bisogna sempre ricordare come sono andate le cose: il Brasile non se l'è filato di striscio per tutta la sua carriera.

Parliamo della nostra nazionale.Secondo noi l’Italia con questa rosa, ha poche chances di arrivare in fondo alla competizione, siamo troppo pessimisti? E come si comporterà Balotelli, sarà lui a trascinare gli azzurri?

Nel momento in cui uscirà la rosa potremo dire se è all'altezza o meno. Finchè non esce non mi rassegno all'idea dei nomi che ho sentito. E il fatto che uno come Immobile sia in discussione mostra come un giudizio sulla rosa italiana sia prematuro. Resta il fatto che sicuramente non è tra le prime quattro e su questo non ci sono dubbi. Parlando di Balotelli, l'incertezza è tanta. Potrebbe essere quello di Italia-Germania dell'Europeo, potrebbe essere quello di Milan-Napoli di quest'anno, potrebbe essere quello delle interviste possibili o impossibili che abbiamo visto dopo Roma-Milan, quindi bisognerebbe tirare a indovinare per prevedere come si comporterà.

E nel nostro girone ritieni più pericolosa l’Inghilterra o l’Uruguay ?

E' più pericolosa l'Uruguay e nemmeno di poco. L'Uruguay secondo me è la  favorita di questo girone.

Le outsider. L’opinione comune è che Colombia e Belgio possano essere le vere sorprese del mondiale. Dove pensi che possano arrivare queste due selezioni? A queste si possono aggiungere anche la Russia di Capello e il Giappone di Zaccheroni?

La Russia a me piace molto sia per l'esperienza dell'allenatore sia perchè ha diversi talenti tra i suoi giocatori. Il Giappone invece mi piace meno sia per il C.T. sia per i suoi giocatori. Riguardo al Belgio, parli con uno che in trasmissione, a Mondo Goal, fin dal 2011 ha cominciato a raccontare le storie di Colombia e Belgio, dandole per favorite e come sorpresa al prossimo mondiale, quindi ora più che sorprese mi piacerebbe chiamarle certezze. Penso che entrambe possano, al netto dell'infortunio di Falcao, arrivare comunque ai quarti di finale.

Ora una domanda personale: qual è il mondiale che ricordi più volentieri o con più affetto e perchè?

Il mondiale che ricordo con più affetto è quello di Italia '90 perchè si giocava in casa. Quello che invece ricordo meglio è sicuramente quello del '98, credo che sia stato uno dei mondiale di cui ho visto tutte le partite, dal primo all'ultimo minuto e sono riuscito a non perdermene nessuna. In più, mi piaceva molto quella Francia, che, da quando ero nato io, non aveva ancora mai vinto niente, era una squadra magica uscita dal nulla. C'era il Brasile di Ronaldo e poi  l'Italia che era considerata una squadra sfigata, riuscì quasi ad eliminare la Francia agli ottavi, insomma è stato un bellissimo mondiale.

Una domanda secca: posto che è difficile fare previsioni, secondo te chi è che vince i mondiali? Chi vedi più forte di tutti?

Se lo sapessi andrei subito a scommettere! Escluderei la Spagna, che mi sembra decadente dal punto di vista della continuità di gioco e di risultati. Anche se, vedendo un Diego Costa a questi livelli, potrebbe di sicuro dare un grande  aiuto. Un giocatore niente male, però non c'è Simeone a motivarlo, quindi qualcosina perde! Mi piacerebbe che in Brasile vincesse l'Argentina , sarebbe una cosa fantastica. Infine non dico che vinceranno i padroni di casa per tanti motivi: perché c'è il Maracanàzo, perché sarebbe troppo facile...Quindi dico...è difficile, è veramente difficile... dire una squadra è veramente difficile. Di sicuro vorrei che ci fosse una sorpresa: Olanda, Colombia, o anche Germania, che una sorpresa non è, ma lo sarebbe la vittoria di una europea in sudamerica. Mi piacerebbe che ci fosse una sorpresa, visto che è successo nel 1950 e io in fondo credo alla ripetitività degli eventi, quindi credo proprio che ci sarà una sorpresa.

L’Argentina va in Brasile senza il suo capo spirituale, il capo banda, quello che è stato definito dalla stampa il giocatore del popolo che è Tevez, per noi è una scelta impensabile, tu cosa ne pensi?

Penso che sia uno scandalo, però vedo che ogni nazionale ha i suoi problemi, ogni nazionale ha i suoi  dubbi. Non voglio ora paragonare Tevez e Immobile, ma il fatto che Immobile non abbia già il passaporto, il biglietto e il numero della stanza d'albergo mi fa specie. In ogni nazionale queste cose succedono, ogni allenatore ha i suoi vizi e le sue virtù. Non possiamo dire che Sabella sia un incompetente perché magari poi va in Brasile e vince il mondiale. Però per me non convocare Tevez è proprio una cosa da incompetenti.

Raffica convocazioni: chi convocherebbe se fosse CT dell’Italia per il prossimo Mondiale?

Destro / Immobile?    Tutti e due.

Montolivo/ Verratti?  Verratti.

Toni/ Gilardino?         Nessuno dei due.

Totti /Cassano?           Nessuno dei due.

Infine, sarà più pesante la non partecipazione al Mondiale di Falcao per la Colombia, Strootman per l' Olanda, Walcott per l'Inghilterra o Ibrahimovic per lo spettacolo ?

Ibrahimovic perchè comunque come tipo di giocatore, come importanza, come carisma sarebbe stato bello vederlo a una manifestazione del genere. Per la Colombia trovo abbastanza tragica l'assenza di Falcao nonostante a livello di attacco tra Bacca, Muriel e Jackson Martinez non saranno messi malissimo. Così come sarà tragico per l'Olanda non avere Strootman perchè, abbiamo visto a Roma, ha cambiato completamente la squadra, certo con l'aiuto di altri giocatori, ma il suo arrivo è stato decisivo. Quindi credo che queste tre siano le assenze più gravi. Walcott non mi sembra al loro livello e la sua assenza mi sembra quasi irrilevante.

Concludiamo con l'ultima domanda e nel farlo la ringraziamo per la disponibilità e l'attenzione dimostrataci. Secondo lei non sarebbe più funzionale per il gioco della Spagna, come già dimostrato in passato, un attaccante di movimento come David Villa, piuttosto che un nove classico come Diego Costa? E Fernando Torres meriterebbe la convocazione?

Sinceramente secondo me Torres non merita la convocazione, ma da tempo visto che sono ormai tre o quattro anni che non è ai suoi massimi livelli. E' un giocatore che ho amato follemente quando era all' Atletico e negli anni decisivi al Liverpool. Poi secondo me è successo qualche cosa. Non so se non regge la pressione al Chelsea, non so se non si è mai ripreso  dagli infortuni, ma quel giocatore che si è visto tra il 2007 e il 2011 io non l'ho visto più. Quindi tra Diego Costa, lo stesso Villa, Llorente e Soldado non sarebbe giusto portare Torres.
David Villa infine sarebbe sicuramente più funzionale di Diego Costa, ma questo Villa non si muove tanto e quindi Diego Costa è l'attaccante che non può non giocare. Non può.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu