Article image
, ,
1 min

- di Andrea Ugolini

Analisi delle 32: Giappone


Il Giappone ha mostrato un gioco davvero interessante nella Confederation's Cup 2013; la Nazionale italiana, ad esempio, impazzì per superare gli orientali l'estate scorsa.

I Ronin si schierano con un 4231 che ha nei tre trequartisti il proprio punto di forza: Honda, Kagawa e Okazaki sono bravissimi nel non dare punti di riferimento alla difesa avversaria, svariando su tutto il fronte offensivo, per colpire all'improvviso.
Se aggiungiamo che corrono a mille allora e che hanno acquistato la consapevolezza di essere una buona squadra, il Giappone potrebbe anche essere una delle sorprese. Va però ricordato che si ritroverà nel girone la giovane ed esplosiva Colombia, la compattissima Grecia e, soprattutto, Didier Drogba.

Quella a disposizione di Alberto Zaccheroni è probabilmente la nazionale di calcio giapponese più forte mai vista.
La squadra nipponica è clamorosamente forte, se consideriamo che il giuoco del calcio ha acquistato popolarità nella patria del sushi solo negli anni '90; la J League infatti è stata lanciata nel '92.

Riusciranno i nostri eroi manga a superare il loro miglior piazzamento del 2002 (ottavi di finale) ?
I Gem Boy risponderebbero "Ma in Holly e Benji tutto è normale, anche il Giappone vince il Mondiale" .

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu