Article image
,
3 min

- di Jacopo Landi

INTERVISTA A FABIO RAVEZZANI

Vi riportiamo di seguito l’intervista che abbiamo realizzato a Fabio Ravezzani, Direttore generale del Gruppo Mediapason e Direttore responsabile di Telelombardia e Antenna3.

Ci ha colpito, la disponibilità di un professionista così affermato, unitamente alle sue risposte concise ma mai banali.
Buona lettura.

1)      Qual è la Sua chiave di lettura sul campionato di quest’anno ? Una Juve che stravince il campionato ma delude in Europa. Le milanesi a singhiozzo e il Napoli discontinuo. La sorpresa Roma.

 

Risposta: La vera sorpresa è la Roma, forse una sorpresa più casuale che programmata, molto aiutata dal tracollo di Inter e Milan. La Juve è andata oltre le aspettative in Italia, ma sotto in Europa. E’ un problema di mentalità: Conte ancora non ha dimensione e respiro internazionale.

 

 

2)      Non ha avuto l’impressione che col finire del campionato alcuni risultati apparissero curiosi, forse troppo curiosi. Secondo lei si biscottano ancora le partite ?

 

Risposta: Succede da sempre, non è una novità.

 

 

3)      Conte resta o se ne va ? Che mercato metterà in atto la Juventus ?

 

Risposta: Conte resta per mancanza di alternative, sue e del club. Il mercato sarà meno dispendioso dello scorso anno come saldo, ma più rumoroso con la cessione di Pogba o in subordine Vidal e quindi con più acquisti.

 

 

4)      Milan ed Inter. Chi è messo peggio e che tipo di mercato metteranno in atto le milanesi ?

 

Risposta: Credo sia messa peggio l’Inter che deve fare una rifondazione quasi totale con pochi mezzi.

 

5) La Roma è destinata a diventare la vera antagonista della Juventus ? Il Napoli è in grado di crescere e divenire più affidabile ?

 

Risposta: Secondo me l’anno prossimo la vera antagonista sarà il Napoli e starei attento al Milan senza Coppe.

 

6)      Una sua riflessione sul calcio italiano e l’incapacità di prendere decisioni nette, forse impopolari ma essenziali.

 

Risposta: Il governo del calcio rappresenta in peggio (il che è tutto dire) i limiti di chi governa l’Italia da anni.

 

 

7)      Un pronostico sulla finale di CL e sul calcio Europeo. Ritiene che esista un gap così evidente col nostro calcio ?

 

Risposta: La finale vede decisamente favorito il Real anche per gli ultimi infortuni dell’Atletico. Che però è duro a morire… Quanto al calcio italiano, secondo me l’anno prossimo andrà complessivamente meglio in Europa.

 

 

8)      Cosa ne pensa di Prandelli e di integrità morale dopo l’affare Chiellini e quali pensa possano essere le speranze degli azzurri ai mondiali.

 

Risposta: Il codice morale è una sciocchezza assoluta. Certe decisioni vanno prese senza bisogno di stilare un decalogo. Quanto all’Italia, arrivare tra le prime 8 sarebbe già un successo.

 

 

9)      Le sue tre favorite per il mondiale e quella che ritiene potrebbe essere la sorpresa della manifestazione.

 

Risposta: Argentina (se Messi è in forma), Brasile e Germania. Sorpresa l’Italia, spero, ma non ci credo troppo.

 

 

10)  Messi rinnova a 20 milioni netti all’anno, giusto compenso o al di là di ogni pazzia ?

 

Risposta: Il valore dei contratti lo stabilisce il mercato. Ci sta che Messi prenda 20 mln, ma non se gioca come nelle ultime partite.

 

 

11)  Sue riflessioni in libertà o un ultimo pensiero che ci tiene ad esprimere.

 

Risposta: Vorrei vedere prima o poi in Italia una squadra che fallisce un obiettivo senza subire processi (ma poi rischio di perdere il lavoro…)

 

RAVEZZANI 2

Un sentito ringraziamento al Direttore Fabio Ravezzani. Sperando di risentirci in un prossimo futuro…

 

Fine delle trasmissioni. Per ora.

JL

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Nato il 6 aprile del 1988 a Milano figlio orgoglioso di una città che ama con odio. Nelle vene sangue misto che ne fanno un figlio del mondo senza fissa dimora. Tra un gin tonic e un whiskey ben concepito ha consacrato la propria esistenza all’arte della buona musica con De Andrè, Shane McGowan e Chat Baker a strapparsi pezzetti di anima. Il cinema come confessione condivisa. L’amore per la beat generation e per quel mostro di James Dean. Interista con aplomb anglosassone per il gioco più bello del mondo. Crede che verranno tanti giocatori meravigliosi ma più nessuno con la corsa di Nicolino Berti.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu