Article image
, ,
2 min

- di Raffaele Campo

Analisi delle 32: Honduras

Quando, in termini calcistici, sentiamo il nome Honduras, inevitabilmente pensiamo all'ex attaccante di Cagliari e Inter David Suazo e, i più esperti, a "Freccia nera" Edgar Alvarez, ex esterno di Cagliari, Roma e Bari. Tuttavia ora dovremo dimenticarci di questa associazione perchè, senza questi due ex "italiani", la nazionale centro-americana, dopo Spagna 1982 e Sud Africa 2010, ha centrato la sua terza qualificazione ad un campionato mondiale.

Durante la qualificazioni per il mondiale della CONCACAF la nazionale honduregna ha ottenuto vittorie importanti e significative contro USA e Messico, salvo poi inciampare contro Panama e Costa Rica. Ma poco importa: ai mondiali ci sono arrivati. Il CT colombiano Luis Suarez, che detiene il primato di aver portato l'Ecuador agli ottavi di finale nel 2006 (miglior piazzamento di sempre per la nazionale sudamericana), dispone di una Nazionale composta per la maggior parte di giocatori poco conosciuti al calcio europeo. Ma le eccezioni non mancano.

Andiamo a scoprire la rosa.


CONVOCATI 

Portieri: Noel Valladares (Olimpia), Donis Esccober (Olimpia), Luis Lopez Fernandez (RCD Espana)

Difensori: Brayan Beckeles (Olimpia), Arnold Peralta (Rangers), Emilio Izaguirre (Celtic), Oscar Garcia (Houston Dinamo), Maynor Figueroa (Hull City), Victor Bernardez (San Jose Earthquakes), Sergio Mendoza (Usac)

Centrocampisti: Osman Chavez (Qingdao Jonoon), Juan Montes (Motagua), Luis Garrido (Olimpia), Roger Espinoza (Wigan), Jorge Claros (Motagua), Wilson Palacios (Stoke City), Oscard Boniek (Houston Dinamo), Andy Najar (Anderlecht), Marvin Chavez (Colorado Rapids)

Attaccanti: Jerry Bentgtson (New England), Jonny Palacios (Olimpia), Carlo Costly (Veria), Mario Martinez (RCA Espana)

Di questa rosa il giocatore più rappresentativo è sicuramente il centrocampista Wilson Palacios che dal 2007 gioca in Premier League, attualmente al Wigan. Senza dimenticare il terzino sinistro Izaguirre, ormai da diverse stagioni titolare in Scozia col Celtic.

Ci sono inoltre giovani interessanti che potrebbero mettersi in luce durante questa spedizione brasiliana, Najar in particolare.

Per il resto, l'età-media di questa nazionale è piuttosto "vecchia", diversi over 30 e tanti non più giovanissimi con più di venticinque anni.


 

PRONOSTICO

Siamo realisti: per l'Honduras sarà un'impesa quasi impossibile passare il turno contro due ottime squadre come Francia e Svizzera. La squadra può giocarsi tranquillamente il terzo posto nel girone con l'Ecuador, ma è sarebbe un'impresa ai limiti del possibile arrivare tra le prime due, purtroppo. Tuttavia ai mondiali 2002 anche il Senegal dato per squadra materasso ha ribaltato ogni pronostico e ogni aspettativa arrivando ai quarti. E sempre anche il Senegal giocava la prima gara del girone contro la Francia...

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu