Interventi a gamba tesa

Le 20 questioni di Serie A

Juventus: Il Livorno è talmente spuntato che ha provato a schierare in formazione anche due marinai della barca personale di Spinelli. Davanti, Siligardi fa quello che può cioè niente ed Emeghara si chiama Innocent, per lui la Juve per lui è come la Kriptonite. Dal canto suo Conte manda in campo Lorente dopo averlo minacciato di togliergli la paella e di non farlo partecipare ai mondiali di nacchere 2014 in Andalusia. Risultato ? Doppietta e tutti contenti.

“Sono er Re da’ giungla” voto: 8

 

Milan: Se Honda segna e se Honda segna in quel modo forse è davvero il caso di abbonarsi al campionato austriaco di lancio del tronco appena tagliato. Taraabt fa fare pace col calcio ma poi scopri che una volta si è incazzato per una sostituzione, ha preso il pulmino della squadra ed è andato a casa.

“Gioventù bruciata”, voto: taxi insegua quel pullman

 

Livorno: Con la Juve non è e non può essere la tua partita ma schierare topo gigio e la sua allega combriccola in crisi d’astinenza da formaggio coi buchi fa male alla sportività. In compenso è bellissimo vedere Sacchi tornare in panchina. Come ?…E’ lo zio Fester ?..Spalletti ?.. Corini ?..Di Carlo ?…

”Hai tanti di quei look…e tutti brutti”, voto: 100 mila euro su un conto non rintracciabile

 

Genoa: Capitanato da quella buon’anima (pacifica) di Beppe Sculli, il grifone scende in campo con l’arsenale dei mercenari. Poi segna Motta, sotto l’incrocio, e capisci che Preziosi ha colpito ancora…ma questo non è la notizia peggiore, infatti…Gasperini ha quasi riunito tutti gli horcruz.

“E mo’ so cazzi acidi”, voto: pagine gialle, alla voce bestie di satana

 

Inter: Quando rischi di prendere il terzo gol, in contropiede, da Acquafresca, che non segna neanche al Subbuteo, è il caso che tu ti iscriva al campionato di lancio del salame di Pozzuoli. Milito calcia il rigore con la serenità di uno scafista ubriaco appena arrestato e il resto della squadra bhè…quando il tuo allenatore tra una bestemmia e l’altra si domanda se tu giochi #dimmerda apposta..uhm…qualcosa forse non gira.

“Beppe cosa mi dici ? Che questa mi puzza Fabio, ma Pato è fortissimo”, voto: La mafia uccide solo ad Appiano

 

Bologna: Prendi la pagella dell’Inter, semplicemente capovolgila e aggiungici qualche breve annotazione: non faceva punti dalla primavera del ’47, non ha un giocatore forte in rosa e paga Acquafresca per motivi di #nonnulla.

“Soccia”, voto: 6

 

Roma: Destro ha lo spirito killer che in confronto Hitman è un pretonzolo di campagna…peccato che non gli abbiano detto che l’oktagon si era già svolto a Milano. Il resto è pace e treccine di Gervinho. Garcia continua a espellere chiunque gli parli di cross.

“12 round”, voto: suker punch

 

Cagliari: Cellino è talmente preso bene col Leeds che ormai a Cagliari giocano 11 sardi diversi ed arruolati a caso ogni domenica. Ovviamente i risultati non sono dei migliori.

“i Conti non tornano”, voto: 4

 

Lazio: Segnano Candreva e Lulic ma l’unico davvero bello da veder giocare è Keità e lui cosa fa ? prende un terzo tempo da casa sua (facendo arrossire Michael Jordan) per poi planare in area. Reja crista come un turco, come ogni domenica, i tifosi salutano Lotito con le solite Molotv, ma tutti tornano a casa con i tre punti.

“Un medico in famiglia”, voto: 118

 

Sampdoria: La squadra perde e ieri viene convocata alle ore 04.00 del mattino per un allenamento che consiste nella fuga da guerrigliere serbi armati di lancia granate. Sinisa ha di sicuro portato tanta serenità a Bogliasco.

“Il fucile è il mio migliore amico”, voto: 3, 2, 1…fuoco !!!”

 

Napoli: Higuain si incazza come una iena. Gli altri latitano, Reina torna a Liverpool per tentare la carriera musicale e Benitez aspettava la sua ciotola di spaghetti alle vongole. Ma allora ? Bhè De Laurentiis alla sua prima partecipazione al Fight Club ha combattuto piuttosto bene

“crisi dissociative”, voto: 12741471289y472y78hq34

 

Atalanta: Ormai non son più quelli di una volta, allo stadio non arrivano più col trattore ma con la mietitrebbia. E infatti ne prendono due e via andare. Colantuono ha già pronta una settimana di allenamenti allo schiaffo del soldato.

Ah da quando Zampagna non gioca più…”, voto: 8

 

Sassuolo: #machebelligliocchialidiDiFrancesco #machelucidalapelatadiZaza #macheforteSansoneanchecoicapellicorti

“Ma per quale cazzo di motivo #scrivicosì ?”, voto: Padre, ci aiuti Lei…

 

Chievo-Verona: pagella incrociata, attenzione. Partita da bestemmia sin dal titolo. Chievo Verona – Verona. Chievo – Verona. Verona – Verona. In nessun modo suona bene. Poi passa Toni, la puccia e prende tutta la posta. Mandorlini gira per Verona sparando come un texano. Corini bestemmia tutto, ma proprio tutto quanto, il corano.

“Giulietta puttana”, voto: io non ho cugini, fratelli…sa il cazzo cosa…

 

Torino: Quando il tuo bomber, di nome Immobile, come corre un epilettico in piena crisi, segnando come un dannato…tu capisci, quantomeno, di non avere una squadra normale. E poi ti paragonano Robben a cerci…ah bè

“prendere il toro per….le corna”, voto: 7 1/2

 

Catania: Prendete i ragazzi di Amici, fatto ? Mettetegli la maglia del Catania, fatto ? Ecco…adesso avete dei risultati migliori…o perderete come prima ma almeno all’intervallo assisterete a dei balletti bellissimi

“Alliance assicurazioni sulla vita”, voto. 4-

 

Parma: Ho perso le Parolo. Credo basti questo…al resto ci pensa Don Rafaè #checipiaceoffrireilcaffè

“Una Parolo è poco ma due sono troppo”, voto: 9

 

Fiorentina: La squadra più up e down del campionato. Gli si sono rotti tutti i giocatori buoni tranne Cuadrado che infatti fa vincere la squadra.

“La matematica non è un’opinione”, voto: 7 al cuadrado

 

Udinese: Guidolin non bestemmia…ma se bestemmiasse….e secondo me ci siamo vicini.

“Chi è quel mona che non chiude la porta”, voto: te tiro un tango che vedi

 

 

Fine delle trasmissioni. Per ora.

 

 

JL

Jacopo Landi, sangue misto nato nell'aprile del 1988 in quel di Milano ma in realtà appartenente (in parti uguali), per origini, a: Emilia Romagna, Toscana, Valle d'Aosta, Lazio, Abruzzo ed India. Lavora un po' in tutti i settori possibili, tranne quello del narcotraffico. Matura esperienza come giornalista, prima cinematografico e poi sportivo presso il giornale on-line Italia Post, il sito calciomercato.com e le collaborazioni coi giornalisti Fabrizio Biasin e Alfredo Pedullà. Ha inoltre collaborato con la compagnia teatrale "I Birbanti" e firmato un corto personale "Una birra al bar" tratto da una novella del buon (e sacrosanto) Bukowski. Dal 2013 collabora prima con la Nella Longari arte, poi con la M77 Gallery e infine con la Renata Fabbri Arte contemporanea; prima di tornare nel mondo della produzione in qualità di sceneggiatore. Non potrebbe vivere senza filosofia, donne, cinema, whisky e buona musica. Collabora con Sportellate perché dopo il video di Corona sul "pene" di Adriano non riteneva di poter essere da meno.

3 Responses to “Le 20 questioni di Serie A”

  1. windows

    … [Trackback]

    […] There you will find 99401 more Information to that Topic: sportellate.it/2014/04/08/le-20-questioni-di-serie/ […]

Comments are closed.