Article image
,
3 min

- di Jacopo Landi

Le 20 questioni della giornata appena conclusa

1)      Applausi al Parma dei miracoli ma se il Parma, con questi giocatori, riesce a fare miracoli, secondo me due domande dovremmo farcele. “Verità nuda e cruda di Parma”

2)       Complimenti a quelle teste di minchia fiorentine che hanno appiccato un -39 sul pullman per macchiare il ricordo dell’Heysel. Grazie, continuate a sottolineare la differenza tra voi e gli animali e gli animali e noi. “Castrazione chimica”

3)      L’Inter vince e va a -1 dal quarto posto eppure ieri ho dormito per 93’ minuti (e la partita ne durava ’92) o soffro di narcolessia o il derby perso 6-0 era uno spettacolo decisamente più adrenalinico. “Narcolessia portami via”

4)      Un plauso ai luminari della medicina di cui la Roma si avvale “Vai sereno Kevin, è solo una botta”. Oggi. “Guardi Signor Strootman nella sua gamba non c’è un osso attaccato ad un altro”). 9 mesi di stop e la vicinanza al piccolo Kevin di “Mamma ho perso i mondiali”

5)      Seedorf insegna calcio e anche un gran bel calcio, il problema è che i giocatori del Milan son talmente fuori condizione che adesso a Milanello hanno comprato i Tesmed e hanno chiamato Jil Cooper di media shopping per rimetterli in forma. “Acqua gym”

6)      Asamoah che fa un gol del genere… “Posseduto, bambolina voodoo”.

7)      Reja che si allea con Lotito e va a muso duro contro i tifosi della Lazio. Apprezzabile lo sforzo e le palle ma farà ritornare in voga la canzone “Ti tirano le pietre” di Antoine.

8)      Il Napoli vince con un gran colpo di testa di Callejon che a trent’anni rimarrà calvo ma continuerà a mettersi 8 kg di gel. Nella stessa partita Gervinho salta chiunque al San Paolo abbia una maglia più chiara del nero pece, il problema è che in settimana si è allenato con Abate sulle conclusioni di giustezza. “L’altra faccia della medaglia”

9)      L’Inter ha deciso di vendere Guarin che finirà nel football americano dopo che esponenti di una franchigia Usa gli hanno visto tirare i calci di punizione ieri. “Interstellar”

10)   Per salvare il Livorno bisogna chiamare: James Bond, Ethan Hunt, Jason Bourne, gli Avengers e la Signora in giallo per occultare qualche cadavere. “Mission Impossibile”

11)  Catania-Cagliari dei giorni d’oggi equivale a Rocca Cannuccia – Castel di Sangro quando ancora il calcio abitava queste terre. “Amarcord”

12)   Totò di Natale si abbassa ad ogni partita, adesso per allenarsi coi compagni dev’essere accompagnato dai genitori ma continua a rimanere il migliore. “Gino Gino Pilotino”.

13)  Applausi al Genoa che riesce a condurre un campionato di Serie A (senza aggettivi) nonostante in panchina abbia Gasperini. “Voldemort e 50 punti in meno a Grifondoro”

14)   Come hanno iniziato a fare i complimenti al Verona è montata la depressione primaverile per il tragico fato di Giulietta. “Rinnega il tuo nome, rinnega tuo padre, don’t call my name Aleandro”

15)   Torino: quando in campo schieri Kurtic che fino a una settimana fa era il miglior uomo in campo di Putin in Ucraina poi capisci perché la fantasia non è al primo posto nella tua scala gerarchica. “I mercenari”

16)   Sampdoria: la storia insegna sempre qualcosa. Aveva subito la rimonta del 3.2 dall’Inter e nella sua versione 2.0 ne rifila 4 al Livorno. “La morte può attendere”

17)   Atalanta: niente da dire, dei bellissimi trattori, davvero, tutti quanti. ”Feudatari”

18)   Chievo: niente da dire, il tuo sponsor è un panettone e la tua punta Paloschi che frequenta ancora la prima media. “Infantili”

19)   Bologna: “Ah come gioca Signori”, “Ah come gioca Baggio”, “Ah come gioca Di Vaio”, “Ah come gioca Diamanti”…”Ah come…ma chi cazzo gioca adesso  ?”. “Chi l’ha visto?”

20)   Sassuolo: uhm….uhm...comunque…quant’era forte Di Francesco da giocatore. “Alla frutta”

 

Fine delle trasmissioni. Per ora…

JL

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Nato il 6 aprile del 1988 a Milano figlio orgoglioso di una città che ama con odio. Nelle vene sangue misto che ne fanno un figlio del mondo senza fissa dimora. Tra un gin tonic e un whiskey ben concepito ha consacrato la propria esistenza all’arte della buona musica con De Andrè, Shane McGowan e Chat Baker a strapparsi pezzetti di anima. Il cinema come confessione condivisa. L’amore per la beat generation e per quel mostro di James Dean. Interista con aplomb anglosassone per il gioco più bello del mondo. Crede che verranno tanti giocatori meravigliosi ma più nessuno con la corsa di Nicolino Berti.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu