Article image
2 min

- di Raffaele Campo

Paletta, così l'Italia beffò l'Argentina

Mancano meno di 100 giorni all'inizio del campionato del mondo ma i nomi più citati sono sempre e solo gli stessi: Messi, Ronaldo, Ribery, Neymar e altri ancora. Ci sono tanti altri nomi o possibili nomi che possono rivelarsi delle sorprese. Uno di questi è quello del difensore centrale del Parma Gabriel Paletta. L'Italia, potendolo convocare e convocandolo, ha beffato pesantemente l'Argentina (Paese dove è nato e cresciuto), una diretta concorrente.


Gli azzurri, da dopo la vittoria del Mondiale 2006 in Germania, hanno gravi carenze per quanto riguarda il settore difensivo, soprattutto in questi ultimi anni. Gli unici che garantiscono un minimo di solidità sono Barzagli, come anche evidenziava con grande intelligenza il mio collega Marco Toselli in un precedente articolo, e il terzino del Milan De Sciglio. Per il resto la difesa dell'Italia è composta da giocatori come Maggio, disastroso da terzino in una difesa a 4, Bonucci, in assoluto uno dei difensori più sopravvalutati di sempre, e Astori, anche lui discreto ma non da convocazione per un mondiale. Mi fermo qui perchè l'elenco potrebbe essere lunghissimo.

E' finita l'era dei vari Baresi, Maldini, Cannavaro e Nesta. E nemmeno i giovani fanno ben sperare. Durante i campionati europei Under 21 della scorsa estate i difensori centrali titolari dell'Italia erano Caldirola, che dopo 3 annate di più bassi che alti in Serie B sta disputando una annata disastrosa al Werder Brema, e Bianchetti, che per trovare continuità è dovuto andare allo Spezia nelle serie cadetta.

Tuttavia la nostra nazionale si è molto rinforzata con la convocazione dell' oriundo Gabriel Paletta, "scippandolo" di fatto alla Seleccion argentina. Classe 1986, il difensore naturalizzato italiano è uno dei migliori del ruolo in Serie A. Se il Parma sta disputando un campionato strepitoso molto è anche merito di Paletta, una vera e propria garanzia. Bravissimo in fase di copertura e forte anche di testa, l'Italia aveva un assoluto bisogno di un difensore con le sue caratteristiche. Il mio desiderio è che Prandelli lo convochi per il Brasile e che diventi uno dei pilastri della difesa dell'Italia.

Sia chiaro, ci sono difensori centrali molto più bravi di lui, non è un top player, ma sicuramente gli azzurri si sono rinforzati moltissimo.


paletta2


Come accennavo nel titolo, per l'Argentina è stato un grosso danno la perdita di Paletta. La Seleccion per certi aspetti è molto simile all'Italia. Ha un tridente d'attacco atomico con Messi, Aguero e Higuain ma tuttavia è molto fragile in fase difensiva. Campagnaro, Coloccini, Otamendi: problemi analoghi ai nostri. L'unico difensore molto promettente dell'Albiceleste è il giovane terzino del Catania Gino Peruzzi, una delle sorprese del nostro campionato. Necessitava di Gabriel.

Paletta con la maglia dell'Argentina ha disputato, e vinto, il Mondiale Under 20 disputato in Olanda nel 2005. Dopo non è più stato preso in considerazione dalla Seleccion, nessuna presenza con la nazionale maggiore prima essere convocato dalla nostra nazionale per l'amichevole contro la Spagna.


Indubbiamnete l'Italia ha beffato una diretta concorrente in chiave mondiale.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu