Article image
2 min

- di Lorenzo Lari

No Nicklas, No Party !


Ok, anche l´attuale sessione di calciomercato estivo sta volgendo al termine. Mentre nei bar e sotto gli ombrelloni di tutta Italia ci si chiede quali siano le squadre maggiormente rinforzate e come la Serie A esca da questa sessione di mercato estiva, il sottoscritto soffre, pervaso da una forte malinconia.


 

Sono triste.. Immensamente triste.

Il nostro campionato ha perso un personaggio che difficilmente ritroveremo.

Un bomber d´altri tempi capace di lasciare il segno come nessuno. No, fermatevi un attimo, non sto assolutamente parlando di Cavani. A fare gol alla fine son buoni tutti, con la squadra che gioca per te poi anche il ragazzo di cui sto parlando magari sarebbe riuscito a segnare una rete in serie A (ecco forse ora sto un tantino esagerando). Non mi riferisco neanche a Jojo, da poco andato al City. Per quei pochi che ancora non avessero capito, mi riferisco al gigante danese in forza alla Juve nella passata stagione: Nicklas Bendtner.

Se molti tifosi juventini non riescono a mandare giù il trattamento riservato a Del Piero, la dieci data a Tevez, la vendita di Giaccherini ecc. , io non riesco a farmi una ragione del suo addio.

Bendtner, attaccante danese di quasi due metri, con più guai che successi sui campi da calcio, ormai era diventato un idolo anche in Italia per la sua notevole capacità nell´arte del divertire e del divertirsi. Un inguaribile combina guai.

Bomber con pochi eguali, che anche nella disastrosa stagione disputatasi in bianconero era riuscito a lasciare il segno (non sul rettangolo di gioco, ci mancherebbe).

Tanti sono i momenti indelebili che questo ragazzone biondo dagli occhi azzurri ha regalato a noi tifosi; talmente tanti che mi risulta difficile da dove partire.

Per non divulgarmi troppo, mi permetto di sottolineare esclusivamente due episodi. Due episodi che racchiudono l´essenza e la genialità del buon Nicklas:

Al secondo posto: NICKLAS E IL SALUTO ALLE HOSTESS:


Qua viene fuori tutta la classe, l´eleganza e lo stile del vero bomber. Corsa imballata e macchinosa da vero puntero da campo di periferia, accenno ad una specie di balletto rasentando l´indecenza, conseguente approccio alle hostess con presentazione annessa. Tutto il Nicklas che vogliamo, tutto il Nicklas che già mi manca da impazzire...

Al primo posto: NICKLAS E IL LANCIO DELLA BOTTIGLIA:

Guardare il video attentamente. Secondo numero 9: Nicklas in preda ai fumi dell´alcool decide di lanciare incautamente una bottiglia di birra in mezzo alla piazza in festa. Follia pura. Trattasi di vero e proprio tentato omicidio.

Sono arrivato al punto in cui mi riesce difficile trattenere le lacrime, mi limito quindi a salutarti bomberone mio sperando con tutto il cuore che questo non sia un addio, ma solo un arrivederci.

 


 

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Nato a Rimini l’11/06/1990. Laureato in Giurisprudenza, adora disquisire di sport ed America. Ogni tanto scrive, solitamente legge. Sogna un giorno di poter assistere ad una partita allo Staples al fianco di Jack Nicholson.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu