Interventi a gamba tesa

NBA Playoffs: le nostre previsioni

playoffs nba

E anche quest’anno la Regular Season è giunta al termine. Finalmente è arrivato il momento di fare sul serio. Sin dal primo round, questi Playoff 2019 ci promettono di dare vita a delle vere e proprie battaglie epiche. In questo pezzo, vi proponiamo le nostre previsioni, piene di incognite, su questo esaltante primo turno che ci apprestiamo a vivere. Buon divertimento.


Eastern Conference

Milwaukee Bucks (1) – Detroit Pistons (8)

Era dal 1980-81 che a Milwaukee non si raggiungevano le 60 vittorie in stagione regolare: un’eternità. I Bucks di allora terminarono il proprio cammino in una tiratissima Gara 7 di Semifinale di Conference persa di 1 solo punto contro i Sixers, ma i ragazzi di Budenholzer puntano a migliorare quel risultato, raggiungendo quantomeno le Finals di Conference.

Per i Pistons che già possono festeggiare per l’approdo tutt’altro che scontato in postseason, l’unica chance di vittoria potrebbe risiedere in un improvviso calo di tensione degli avversari, magari in concomitanza di qualche magagna infortunistica. Sarebbe infatti inammissibile l’ennesima uscita di Milwaukee al primo round, la quarta dell’era Antetokounmpo e l’ottava dal 2001. È giunta l’ora di rompere l’incantesimo.

Pronostico Finale: Milwaukee Bucks per 4-1

MVP! MVP! MVP!

Toronto Raptors (2) – Orlando Magic (7)

Dopo 3 sconfitte consecutive in Finale di Conference, riusciranno i nostri Raptors a raggiungere queste benedette Finals? Le premesse paiono molto buone. Archiviato DeRozan agli Spurs e Lebron ai Lakers, il cammino sembra finalmente farsi più semplice. Toronto è la squadra più esperta e attrezzata per arrivare sino in fondo, armata dell’atomico trio Leonard-Siakam-Gasol che farebbe impallidire chiunque.

Contro di loro, vi saranno dei Magic aggressivi e senza pressioni, con un pubblico di casa incandescente per questi playoff raggiunti per la prima volta dal lontano 2000-01. Tuttavia le speranze di Orlando di passare il turno restano poche, anche qualora Gordon e Vucevic riescano a inscenare delle prestazioni monster.

Pronostico Finale: Toronto Raptors per 4-1

Philadelphia 76ers (3) – Brooklin Nets (6)

Lo scontro al primo turno tra 76ers e Nets sarà il più in bilico di tutta la Eastern Conference. Dopo 4 anni, Brooklyn torna a riassaporare i parquet della postseason, ma non ha nessuna intenzione di farlo senza lasciare il segno e chissà, magari lo scalpo di una pretendente al titolo. D’Angelo Russell e compagni hanno tramutato una stagione iniziata con solo 8 Wins nelle prime 26, in una cavalcata trionfale, sfatando ogni previsione. I 76ers dovranno fare molto attenzione a non rilassarsi troppo col pronostico a favore e, a detta di molti esperti, il miglior quintetto a Est. Anche perché Philly ha ancora tutto da dimostrare dopo la brutta batosta dell’anno scorso contro Boston, con Simmons primo tra gli attesi per un salto di qualità, ma soprattutto d’atteggiamento.

Pronostico Finale: Philadelphia 76ers per 4-2

E intanto i Nets si prendono gara 1, con una prova di grande maturità e contro un Ben Simmons ai limiti del presentabile.

playoffs NBA

Boston Celtics (4) – Indiana Pacers (5)

Parliamoci chiaro, i Celtics sulla carta non possono essere messi in discussione dai Pacers, soprattutto con Oladipo out per il resto della stagione, eppure Indiana riuscirà a far penare non poco gli avversari. È tutto l’anno che ci si aspetta che i vari Sabonis e Turner crollino sotto il peso delle assenze, così come che Boston s’illumini per raggiungere i piani alti della classifica, ma alla fine della fiera, nessuna delle due cose è successa.

La squadra allenata da Bred Stevens ha per altro mostrato una strana fragilità di gioco e divisioni all’interno dello spogliatoio, senza mai trovare la giusta continuità. Per questi motivi, credo che Irving e compagni necessitino di alcune partite di rodaggio per poter poi sprintare decisi verso le Finali di Conference, proprio com’è successo negli anni scorsi.

Pronostico Finale: Boston Celtics per 4-2

Western Conference

Golden State Warriors (1) – Los Angeles Clippers (8)

Dopo forse la migliore stagione della sua carriera, Danilo Gallinari torna a disputare una serie playoff a 7 anni di distanza dall’ultima, allora in maglia Nuggets. L’avversario però non solo è lo stesso del 2012, ma è ancora una volta la squadra da battere. Durant, Curry, Thompson, Green e Cousins puntano a portare nella baia il terzo titolo in fila che sarebbe anche l’ultimo nell’amata Oracle Arena, prima del trasferimento dell’anno prossimo al Chase Center. Da tifoso, mi riterrei già molto fortunato se i Clippers riuscissero a portare la serie a Gara 6, soprattutto vista la sconsiderata cessione di Tobias Harris a Philadelphia nel pieno della stagione.

Pronostico Finale: Golden State Warriors per 4-1

La gara 1 di Stephen Curry. Valutate voi.

Denver Nuggets (2) – San Antonio Spurs (7)

Tra Nuggets e Spurs va in scena forse la serie più interessante di tutto il calendario, quella tra le sorprese del 2019. I Nuggets giungono da una stagione regolare scintillante che per gran parte dell’anno li ha visti rivaleggiare con i Warriors per il primo posto, trascinati da un Jokic sempre più massima espressione del lungo moderno grazie all’estrema facilità con cui inanella triple doppie. Dall’altra parte ci sono però gli Spurs, che questi playoff non avrebbero nemmeno dovuto farli. A inizio anno hanno perso Kawhi Leonard, poi si sono infortunati tutti i play titolari e a metà stagione venivano dal peggior Rodeo Trip (serie di partite fouri casa) della storia della franchigia. Eppure Pop è riuscito a portare i suoi alla postseason per la 22esima stagione consecutiva, trasformandoli in una vera e propria mina vagante. Quest’anno il record delle sfide tra Nuggets e Spurs recita 2-2. Alla fine saranno i dettagli a decidere chi passerà il turno, ma se dovessi mettere un obolo su una delle pretendenti punterei ancora sull’esperienza dei texani.

Pronostico Finale: San Antonio Spurs per 4-3

Greatness (via Clutchpoint)

playoffs nba

Portland Trail Blazers (3) – Oklahoma City Thunder (6)

Se la precedente era la sfida tra le soprese, ecco a voi anche l’incontro tra le deluse di questo 2019. I Blazers hanno seminato un’ottima annata di basket, migliorando molti aspetti del proprio gioco e riuscendo nel mercato ad allungare la panchina in vista dei playoff. Peccato che poi abbiano raccolto i Thunder, il peggior avversario dopo Warriors e Rockets, nonostante i tentativi di coach Stotts di perdere l’ultima partita di stagione per finire quarti. Anche a Oklahoma non si può esser troppo contenti. Dopo una prima parte di stagione stellare, i Thunder sono rientrati molli dall’All Star Game, scivolando addirittura fino all’ottavo posto, salvo poi rialzarsi in extremis fino al sesto. Westbrook e George hanno l’obbligo riscattare la pessima figura rimediata l’anno scorso al primo turno contro i Jazz, non falliranno una seconda volta.

Pronostico Finale: Oklahoma City Thunder per 4-2

Houston Rockets (4) – Utah Jazz (5)

Dulcis in fundo giunge la sfida personale tra il Barba e Donovan Mitchell. I Jazz arrivano ai playoff dopo aver smazzato avversari a destra e a manca grazie ad un gioco altruista e concreto, tant’è che la squadra di coach Snyder è forse la più bella da vedere di tutta l’NBA. Tutt’altra storia invece per Houston, che arroccata sulle invenzioni del suo MVP, gioca una pallacanestro statica e dipendente dalla mira dei vari arcieri piazzati oltre l’arco dei 3 punti. Di certo, il nocciolo della serie si incentrerà su James Harden. Se Utah sarà in grado di mettergli la museruola come già accaduto in stagione regolare, limitando soprattutto la sua maestria nel guadagnarsi tiri liberi, allora chissà che non riesca nell’impresa.

Pronostico Finale: Utah Jazz per 4-3

Come difendere alla perfezione contro James Harden. Eseguono i Milwaukee Bucks.


 

Se ti è piaciuto questo articolo, leggi anche:

Giovanni Beltrami, nato a Rimini il 5 Ottobre 1993. Calciatore dilettante quando ancora si avevano i polmoni, cestista arrabattato dalla maggiore età in poi. Ha imparato il terzo tempo attorno ai 20 anni, ma ancora non lo sa fare di mano mancina. Per il resto, si diletta nell’organizzazione di tornei e campionati per la Pallacanestro Cooperativa Bologna, associazione di cui è co-fondatore.