Interventi a gamba tesa

Italiani in NBA a caccia dei playoff: Gallinari e Belinelli pronti al rush finale


Continua la rincorsa ai playoff per i due italiani alle prese con l’ennesima incredibile stagione di NBA: per Danilo Gallinari e Marco Belinelli la qualificazione alle fasi finali del campionato sembra essere a portata di mano, anche grazie agli ultimi ottimi risultati, che hanno consolidato la posizione in classifica di Los Angeles Clippers e San Antonio Spurs.


Fonte: Wikimedia. Autore: Raffaela Cabiddu. Licenza: Creative Commons 2.0

italiani in NBA

In Western Conference i giochi sono ancora aperti, con almeno 4 squadre che dal sesto posto in poi sperano di centrare l’obiettivo qualificazione: Jazz, Spurs, Clippers e Kings, infatti, seppur con stati d’animo diversi, puntano a dare il massimo in questa ultima fase della stagione per non gettare al vento il lavoro di un anno.

Con i Lakers di LeBron James a un passo dall’inaspettata esclusione dai playoff e alle prese con una crisi che nelle ultime giornate sta mettendo in difficoltà anche gli scommettitori più esperti, le quotazioni di Clippers e Spurs continuano invece a salire. Salvo sorprese, infatti, le squadre dei due italiani riusciranno a mantenere la propria posizione, proponendosi dunque per la conquista del titolo finale.

Ma qual è più nel dettaglio la situazione dei roster invischiati nella corsa ai playoff?

Se gli Utah Jazz partono in una posizione di vantaggio rispetto alle rivali, grazie anche a un calendario abbastanza favorevole, proprio i due team che vedono impegnati gli italianissimi Belinelli e Gallinari si trovano a combattere a denti stretti per conservare gli ultimi due posizionamenti utili. Partiti di certo non con il favore dei pronostici a inizio stagione, i Clippers hanno saputo finora mantenere buoni livelli di gioco, scalzando dalle posizioni che contano squadre ben più quotate, come Sacramento Kings e soprattutto i “cugini” Lakers. Con un roster però in parte indebolito dalle ultime cessioni alla deadline (Marjanovic, Bradley, Harris), sarà proprio Gallinari a dover prendere per mano i compagni per raggiungere l’ambizioso obiettivo: a fare la differenza in questo caso, potrebbero essere gli scontri diretti ancora in programma.

Gli Spurs di Belinelli rappresentano, a differenza dei Clippers, una costante nei playoff NBA. Fuori dalle fasi finali del campionato per l’ultima volta nel 1997, la squadra di San Antonio punta quest’anno su un roster esperto ma non eccelso, che finora ha saputo portare la squadra nelle zone calde della classifica ma lasciando ancora aperti scenari pericolosi. Le prossime gare potrebbero rappresentare un vero e proprio spartiacque per l’intera annata: diversi i match difficili da affrontare – vedi Warriors, Kings e Wizards – che in caso di caduta potrebbero far rientrare in gioco le inseguitrici.

Fonte: Wikimedia. Autore: Frenchieinportland. Licenza: Creative Commons 4.0

italiani in nba

A sperare in un crollo di Spurs e Clippers sono i Kings ed in parte i Timberwolves ed i Lakers, per i quali l’esclusione dai playoff rappresenterebbe un vero e proprio fallimento. Rinforzati dal mercato, i Sacramento Kings sono riusciti a riprendersi dalle difficoltà di inizio stagione riportandosi, con forza e tenacia, a ridosso delle posizioni che contano. Considerato lo stato di forma della squadra, non è difficile pensare a un possibile inserimento dei Kings tra le Fab 8 di Western Conference, una eventualità che non permette ai team già citati di dormire sonni tranquilli.

Stato d’animo completamente differente invece a Los Angeles, in casa Lakers. Un gioco carente e tante difficoltà messe in mostra nel corso di questa stagione rischiano di mandare a casa anzitempo LeBron James e compagni. Per poter rientrare nei playoff serve un vero e proprio miracolo, con una importante striscia di vittorie nelle prossime gare. Per i Lakers non è più ammesso nessun passo falso, il che aumenta il fiato sul collo sugli uomini di coach Walton.

Un piccolo lumicino di speranza acceso resta, infine, per i Minnesota Timberwolves. Appaiati ai Lakers in classifica, i lupi non sembrano razionalmente essere una squadra in grado di recuperare il distacco dalle posizioni precedenti, complici anche i diversi infortuni che ne hanno penalizzato il rendimento. Tuttavia, nel mondo del basket e dello sport in generale, mai dire mai: se Derrick Rose e compagni dovessero inanellare una lunga serie di vittorie, l’impensabile potrebbe realizzarsi. Guai dunque ad abbassare la guardia, il meglio di questa stagione NBA deve ancora venire.


Se ti è piaciuto questo articolo, leggi anche:

La redazione di Sportellate.it nasce in un attico riminese nell'estate del 2012. Oggi è la voce di una trentina di ragazzacci da tutta Italia. Non ama prendersi troppo sul serio.