Interventi a gamba tesa

Il rullino del mese

fotografia Calcio-Italia-U20-2-800x516-800x516

“Le fotografie possono raggiungere l’eternità attraverso il momento.” (H. Cartier-Bresson)
La difficoltà di immortalare un momento storico attraverso uno scatto fotografico. Soprattutto nello sport, non esiste la posa, la ricerca della luce migliore, una seconda opportunità. Catturare l’immagine perfetta, più significativa, nel mondo dello sport è a volte frutto di centinaia di scatti, altre volte di fortuna. 
La fotografia e lo sport hanno molto in comune: si basano sulla ricerca della perfezione, sull’allenamento e, infine, anche su una buona dosa di fortuna. Essere al posto giusto, nel momento giusto.
Inauguriamo oggi questa rubrica, con gli scatti sportivi più significativi del mese. Giugno di emozioni ne ha regalate moltissime.


giugno1

1. 3 Giugno, Cardiff (Galles, Regno Unito)Cristiano Ronaldo ha appena segnato il 3 a 1 a favore del suo Real Madrid nella finale di Champions, contro la Juventus. Grazie all’asso portoghese i blancos diventano la prima squadra a ripetersi per due anni di fila nella moderna Champions League, conquistando la loro dodicesima coppa continentale. Per CR7 altra annata da record, conclusa con una doppietta nella gara più importante dell’anno.

giugno4

2. 5 Giugno, Suwon (Corea del Sud) – Da pochi minuti è terminato il quarto di finale mondiale Italia – Zambia, categoria Under20. I ragazzi di Evani, in inferiorità numerica per 80 minuti, riescono a riacciuffare il pareggio nel finale dei tempi regolamentari con una punizione di Dimarco e a ribaltare il risultato con un colpo di testa di Vido al 111’, che vale il 3 a 2 per noi. Mai l’Italia si era spinta fino alla semifinale nel torneo iridato, si tratta di un risultato storico. Alla fine arriverà il terzo posto finale per gli Azzurrini, con la consacrazione di Orsolini, miglior goleador del Mondiale sudcoreano.

giugno2

3. 11 Giugno, Parigi (Francia)Rafa Nadal è il Re di Parigi. Per la decima volta. Un record pazzesco, cominciato il 23 maggio 2005 contro Mariano Puerta e portato a compimento l’11 giugno 2017 in soli 3 set contro Wawrinka. Di mezzo, anche quattro vittorie contro Roger Federer, che hanno fatto di lui il tennista più forte di sempre sulla terra rossa. Quindicesimo Slam conquistato e secondo posto nella classifica Atp.

2017 NBA Finals - Game Five

4. 13 Giugno, Oakland (California, Stati Uniti) – I Golden State Warriors confezionano la quarta vittoria in gara 5 contro i Cleveland Cavaliers, mettendo la parola fine alle Finals 2017. I due protagonisti assoluti, da una parte e dall’altra, sono i due signori in foto. LeBron James, primo giocatore nella storia Nba a concludere una serie finale con una tripla doppia di media , si arrende a Kevin Durant, al primo anello della sua storia e nominato Mvp delle Finals. In gara 5, 39 punti per lui, che a fine partita ha parlato di LBJ come un esempio che ha sempre cercato di seguire, nonostante qualche scintilla nelle gare precedenti. Sulla sirena, mentre da una parte si festeggia e dall’altra ci si dispera, i protagonisti della serie si abbracciano.

giugno5

5. 20 Giugno, Trento (Italia)La Reyer Venezia è campione d’Italia dopo 74 lunghissimi anni. Gli orogranata guidati da De Raffaele sconfiggono in gara 6 la Dolomiti Energia Trento per 81 a 78, mettendo la parola fine ad una serie finale molo equilibrata. Non bastano i punti di Sutton, la freschezza di Flaccadori, il cuore di Forray e l’intelligenza di Craft, Trento si arrende nel suo palazzetto; comunque applaudita per una stagione fenomenale. Fenomenale come il suo allenatore, Maurizio Buscaglia. Venezia esplode di gioia: capitan Ress festeggia il suo settimo scudetto; Batista vince il suo secondo tricolore consecutivo, dopo quello con Milano lo scorso anno; Ejim si porta a casa anche il titolo di Mvp delle Finali e Tonut e Filloy la convocazione in Nazionale da parte di coach Messina.

giugno6

6. 30 Giugno, Cracovia (Polonia) – La Germania Under 21 conquista il secondo Campionato Europeo della sua storia. Nel 2009 i campioncini rispondevano al nome di Neuer, Howedes, Boateng, Khedira, Ozil e Hummels; oggi gli eroi sono Weiser (autore del gol vittoria in finale), Meyer, Dahoud, Selke, Arnold, Gnabry, Stark e Jung: tutti ragazzi di cui sentiremo parlare anche in futuro. La nostra Italia, dopo essere stata l’unica in grado di battere i tedeschi nel torneo, ha ceduto alla Spagna finalista, la grande favorita.


Se ti è piaciuto questo articolo, leggi anche:

Milanese innamorato del gioco del pallone: Sudamerica, Inghilterra, Juve, dilettanti e calcio giovanile über alles.