Interventi a gamba tesa

N.18


IMG_6755


Il contrasto è un impedimento.

Il contrasto è un ostacolo lungo il cammino.

Il contrasto è uno scontro.


Oggi è una giornata importante, speciale, unica.

Probabilmente indimenticabile.

Una giornata che tutti quelli che giocano a pallone sognano, ma saranno in pochi nel riuscire a viverla.

Una stanza, persone e sorrisi, oggi è il giorno della firma.

“Un contratto posato su una lussuosa scrivania in cristallo con una penna vicino.”

Non è stato un anno semplice però per il N.18.

“Capita anche ai ragazzi come te, troppo stress, troppa ansia, la scuola, il derby, e c’è pure una convocazione in nazionale mi hanno detto, vero? Succede che il tuo corpo e la tua mente vadano in tilt.”

Per nulla semplice.

“Il campo e il calcio, come la scuola, non sono un luogo sicuro dove tenere lontano i cattivi pensieri.”

Succede che un infortunio possa essere invisibile, sconosciuto, subdolo. Combattuto e curato di nascosto per paura di perdere tutto quello che si è riusciti a conquistare. Senza riuscirci pero’.

“Adesso la sconfitta è perfino più grande perché non sono riuscito a trattenermi a fare resistenza, ora anche gli altri sanno e inizieranno a giudicare.”

Un infortunio che il calcio non conosce bene, che non è pronto ad affrontare o che forse non vuole proprio affrontare.

“Ho imparato a mie spese cosa significhi essere considerato diverso e per questo messo ai margini.”

Un infortunio che una volta risolto fa tornare le persone che invece sarebbero state utili prima.

“Tutti spariti dopo aver saputo da mio padre quale fosse la causa dei miei problemi, sono ricomparsi quando le cose sono tornate a funzionare meglio e ovviamente sono presenti ora che c’è questo foglio da firmare.”

Un contrasto difficile per il giovane N.18, messo alle spalle, con fatica e dolore.

“Queste sono le cose che mi tornano in mente, che faccio fatica a perdonare, ora che ho davanti questo foglio da firmare.”

Impossibile dimenticare.

“Tre adulti, senza un minimo di sensibilità e senza alcun pudore che presto sapranno quanto schifo mi fanno.”

Avete perso gli altri contrasti?

Ecco la storia del N.86 , quella del N.23, il rigore del N.19, l’avventura del giovane Senza numero, quella del piccolo N.1 e quella della partita venduta del N.14

E se il prossimo contrasto riguardasse un coming out (ancora) mancato?

Contrasti definitiva

Clicca qui per acquistare l’ebook


Contrasti è il nuovo progetto editoriale a scopo benefico di Luca Vargiu e di Sportellate che, andando a toccare argomenti delicati, alcuni ancora un tabù per il mondo del pallone, settimana dopo settimana, prenderà forma in questo spazio. Frammenti di storie, indizi, e numeri di maglia dietro ai quali ci sono piccoli e grandi protagonisti alle prese con un contrasto in grado di segnare nel bene e nel male – e forse anche definitivamente – la loro vita sportiva.


 

Se ti è piaciuto questo articolo, leggi anche:

Luca Vargiu nato a Genova nel 1971 con due mesi di anticipo e nel giorno di Pasqua, ha iniziato fin da subito a disturbare i piani delle persone che la domenica pensano di stare tranquilli. Agente di calciatori non per passione ma per sfida, non campa grazie al pallone. Cresciuto in Gradinata Nord ama il calcio così tanto da odiarlo spesso, ha scritto di calcio in alcuni libri (Procuratore? No, grazie! - Oltre la linea – Contrasti, storie di calcio sospeso, Vincolo 108 e dintorni, Ancora oltre la linea) e minaccia di continuare a farlo.