Interventi a gamba tesa

Le Pagellozze del lunedì


 In via eccezionale di martedì, per evitare ulteriori pianti e lamentele al buon Mazzarri, tornano le pagellozze di #Sportellate pronte a stupirvi quanto un gol di Estigarribia:

 

#AMAURI VOTO 9: per la serie “a volte ritornano”… Non so cosa gli abbiano messo nel panettone in quel di Parma, ma sicuramente qualcosa di tanto buono. Ad onor del vero la sua prestazione a Livorno sembrava la fotocopia di tante sue solite: gol sbagliati, sportellate, solita lavatrice attaccata al culo e spirito di sacrificio. Nel finale peró prima un tiro ciccato dopo un batti e ribatti che neanche in Holly e Benji, poi un calcio di rigore, lo fanno volare quota 3 in questa stagione. Tre gol. Piú di quelli realizzati da attaccanti come Palacio, C.Ronaldo, Tevez e Moscardelli messi assieme, in questo 2014.
Trattore in stato d’ebrezza.

#AgliOaOdiGIORNATA VOTO 5,5: ci sono zero a zero e zero a zero. Posticipo del sabato sera: Bologna Lazio, Ballardini versus Reja. Avrebbero dovuto vietare la visione ai minori. Uno schifo imbarazzante, due squadre di un vecchio e di un poco propositivo che la Grecia del 2004 era una squadra zemaniana al confronto.. Lo zero a zero non è peró sempre sinonimo di “partita triste e noiosa”. A dimostrazione di ció abbiamo Torino Fiorentina. Qui le due squadre mettono in scena una partita viva e vibrante, con entrambe alla ricerca dei tre punti. Purtroppo un po’ per le assenze di Rossi/Gomez da una parte e Immobile dall’altra, un po’ per la bravura dei portieri e un po’ per la sfortuna, non sono riuscite a regalarci la gioia di un gol.
Ma ci hanno provato.                                  

#FLORENZI VOTO 7,5: opera d’arte. Per ora senza dubbi il gol dell’anno. La cosa che piú ho apprezzato nel gesto di Florenzi? L’evidente e precisa volontà di incrociare e andare a mettere la palla vicino al palo. Intenzione che nelle rovesciate non sempre è presente.
Cheapeau.

#GASPERINI VOTO 4,5: dovrebbe vergognarsi per la squadra con cui è sceso in campo all’Olimpico. Se il Barca gioca ormai con soli centrocampisti centrali, il buon Gasp per andare contro al modello catalano, scende in campo con quasi soli terzini. Risultato? 4 a 0 dopo 52 minuti e passeggiata per Totti e compagni. Ah, per completare l’opera ad inizio secondo tempo sostituisce Matuzalem. Il problema è che l’arbitro gli aveva appena sventolato il secondo cartellino giallo in faccia.
In confusione.                                        

#LICHTSTEINER VOTO 7,5: giocasse sempre così molti dei dilemmi sull’esterno di qualità di cui la Juve è alla disperata ricerca, andrebbero a svanire. Un gol, due assist e la solita inesauribile corsa continua.
Di gran lunga la sua miglior prestazione stagionale.

#PEPE&PIRLO VOTO 5,5: folli. Per chi non fosse a conoscenza dei fatti questi due simpaticoni, si sono presi la briga di imitare e prendere in giro, quella umile e simpatica persona che è Antonio Conte. Se per Pepe sembrava che il momento difficile fosse ormai alle spalle ci sbagliavamo di grosso; in quanto a Pirlo non stupiamoci nel vederlo sempre piú in panchina. Meno furbi di Peter Griffin nel mettersi contro Ernie il pollo gigante.
Poveri loro.

La gag di Pepe e Pirlo.

pepepirlo

#NAPOLI VOTO 8: prestazione sontuosa. Un 3-0 a Verona non è da tutti i giorni. A sto giro Benitez e i suoi ragazzi si meritano soli complimenti. In questo 2014 per ora siamo a 5 gol fatti e 0 subiti. Bene cosi. Per la cronaca, il migliore in campo è ancora lui: peperino Mertens. Giocatore veloce, moderno e dalla tecnica sopraffina.
In questo momento gli azzurri, al belga, non possono assolutamente rinunciare.

#BERARDI VOTO 9,5:  noi di sportellate su questo ragazzo ci eravamo già sbilanciati da tempo (in particolare il sottoscritto), ma cosa dire dopo la prestazione di domenica sera? Ok, che quest’anno fenomeggiare contro la difesa rossonera è piú semplice che rubare le caramelle ad un bambino, ma un ventenne (italiano) che disputa una partita del genere non lo vedevamo da tempo. Sono 4 gol ed è il primo giocatore della storia a segnare un poker al diavolo. Mi piace poi assegnarli il quinto, quello realizzato davanti le telecamere dove riesce a dire pure le cose giuste. Piccola curiosità: con 3 gol alla Samp di Delio Rossi e con 4 gol al Milan di Allegri,quest’anno il ragazzo ha deciso di esonerare piú allenatori di Zamparini.
Predestinato.

#AlleMILANESI VOTO 4: media tra il 3 del Milan e il 5 dei neroazzurri. Insieme totalizzano 54 punti, quando la Juventus da sola ne segna 52. Sulla prima, dopo la prestazione di Sassuolo sarebbe ormai sprecato ogni commento. Mia opinione personale: Allegri era il meno colpevole di tutti, ma ormai inevitabile il cambio di rotta. In bocca al lupo al grande Clarence!   La seconda  invece, sembra ormai maledetta dalla sfiga. Il secondo tempo di ieri è stato desolante, ma ancora una volta le decisioni arbitrali è innegabile abbiano influito sul risultato finale.

#AICARDI&WANDA sugli spalti VOTO 6,5: girano voci che tra il primo e il secondo tempo si siano accoppiati almeno 4 volte. “Ahh che coss’ è l’amor” canterebbe Capossela, ma a parte le battute, dalla quali ormai è sempre piú impossibile astenersi, l’impressione è che se quel porno attore di Icardi non si dia una svegliata, il rispetto di compagni e la fiducia della società andrà sempre piú calando.
Prestito al Trapani dietro l’angolo (ve l’avevo detto: impossibile astenersi).


Lorenzo Lari, nato a Rimini l'11 Giugno del 1990. Laureato in Giurisprudenza all'università di Bologna, le sue vere passioni sono sin dalla nascita ben altre. Allevato a pane e rock'n roll, è grande amante di musica, cinema e sport. Malato di Juve e di basket NBA, sogna un giorno di poter assistere ad una partita allo Staples al fianco di Jack Nicholson. Co-fondatore di Sportellate.it